31 maggio 2016 - Forlì, Economia & Lavoro

Vertenza Icot, Fiom e Uilm denunciano: “Gli arretrati non sono stati pagati”

FORLÌ. Le lavoratrici ed i lavoratori del Gruppo Icot spa, azienda Forlivese che occupava oltre 240 dipendenti (attualmente 160) suddivisi nei cantieri di Forlì, Pesaro e Roma, sono ancora senza retribuzioni e la situazione è diventata insostenibile, considerato che è dal mese di gennaio che non percepiscono lo stipendio.

Arrivati a ridosso dei 5 mesi di ritardo e non sapendo più come andare avanti, diversi Lavoratori si sono visti costretti a dimettersi per giusta causa in modo che, andando in disoccupazione, potranno percepire sicuramente 700 € e così pagare le rate del mutuo o l'affitto, attenuando una situazione di grande disagio.

 

Vogliamo ricordare che l'intesa raggiunta a febbraio davanti al Prefetto e alle Istituzioni Locali, ha consentito lo sblocco del pagamento da parte degli istituti bancari delle retribuzioni di novembre, dicembre e la 13° mensilità 2015.

 

I lavoratori sono stanchi dei continui rinvii, dell'assenza di certezze per il loro futuro e vogliono le retribuzioni per cui hanno lavorato, non sono più disposti ad aspettare e continuare a finanziare l'azienda. Chiedono chiarezza anche da parte di Telecom, principale cliente dell'azienda sul mantenimento dei contratti d'appalto.

 

Nella giornata di ieri 30 maggio, i Lavoratori hanno svolto le assemblee in sciopero e hanno deciso di proclamare sciopero ad oltranza finché non saranno pagate le retribuzioni.

Si è inoltre deciso di fare un presidio davanti alla direzione Icot in via N. Copernico nella giornata di mercoledì 1 giugno 2016.

In una situazione analoga si trovano i 6 lavoratori della Item, azienda occupata nel subappalto del Gruppo Icot spa e nella medesima situazione per quanto riguarda gli stipendi arretrati.

Anche per loro, in assenza di risposte concrete, scatta da oggi lo sciopero fino al pagamento degli stipendi.

 

Fiom, Uilm nazionali e territoriali unitamente ai Lavoratori chiedono l'intervento attivo del Ministero dello Sviluppo Economico affinché convochi un tavolo di discussione con Telecom a tutela dei posti di lavoro.

 

Segreterie Fiom e Uilm - Comunicazione

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.