13 aprile 2016 - Forlì, Economia & Lavoro, Politica

Sicurezza, l'Ugl suggerisce l'adozione della vigilanza privata

FORLÌ. "I forlivesi  chiedono più sicurezza. Il livello di furti nelle abitazioni e nelle imprese, le spaccate nei negozi e nelle banche, l'accattonaggio molesto, la prostituzione in appartamento e in strada sta raggiungendo la soglia massima sopportabile. E' necessario fare qualcosa. E visto che i soldi per aumentare l'organico della polizia locale, in tempi di crisi e di patti di stabilità, non ci sono, è necessario garantire una sorveglianza nelle strade, soprattutto in orari notturni, utilizzando la vigilanza privata": 

 

a lanciare la proposta è Filippo Lo Giudice, segretario provinciale Sicurezza Civile di Ugl Forlì-Cesena-Rimini e Ravenna.

 

L'esponente sindacale chiede che anche il Comune di Forlì segua l'esempio di altre amministrazioni comunali che hanno chiesto l'intervento delle guardie giurate per sorvegliare i beni pubblici, come i parchi, i cimiteri, i parcheggi, gli uffici, ed anche - magari concordando con la polizia locale   i  percorsi notturni - per  monitorare il territorio e le aree più sensibili fra le 24 e le 6 del mattino, e segnalare alle forze dell'ordine eventuali problemi o situazioni sospette.

 

"Il tutto in un'ottica di collaborazione e integrazione  , visto che gli enti pubblici e le stesse forze dell'ordine non possono assumere nuovo personale o distogliere quello esistente dagli attuali compiti previsti per legge. Con la discesa in campo della vigilanza privata potremmo  avere il controllo del territorio anche nelle ore notturne, con le guardie giurate, che lavoreranno   in coordinamento con questura e prefettura e, segnaleranno le situazioni difficili e potranno intervenire in caso di necessità": conclude il  segretario provinciale Sicurezza Civile di Ugl Forlì-Cesena-Rimini e Ravenna, Filippo Lo Giudice.

 

Ufficio Stampa Ugl Forlì-Cesena e Rimini

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.