25 marzo 2016 - Forlì, Cesena, Cultura, Società, Spettacoli

Domani a Valdazze il “punk da balera” di Mirco Mariani e Moreno Conficconi

VALDAZZE. Cosa succede quando la musica più iconica della Romagna e del Rubicone incontra la sperimentazione sonora dell’alta Valle del Savio? Succede che nasce un vero e proprio fenomeno di costume, capace perfino di fare resuscitare… le balere dimenticate!

E’ quello che accade sabato 26 marzo a Valdazze, piccolo paesino sull’appennino tosco romagnolo, ad opera di ExtraLiscio.

 

Stiamo parlando della nuova orchestra futuristica nata da una collaborazione fra Casadei Sonora, la label bolognese Garrincha Dischi e BPM Concerti, che sta spopolando nei club di tutta Italia grazie a una formula irresistibile: la rivisitazione del folk di Secondo Casadei in chiave alternative-punk.

Questa formula, la vigilia di Pasqua, riporterà ai suoi antichi splendori il leggendario ‘Villaggio del Cantante’, un luogo pensato e sognato 50 anni fa da un visionario amante della musica e amico dei vip, il forlivese Silvio Giorgetti. Folgorato da Valdazze, nel 1964 avviò un progetto tanto ambizioso quanto utopistico per farne il luogo di villeggiatura dei big della canzone italiana: coinvolse in un primo momento anche I Giganti, Bobby Solo, Albano e Romina, Pippo Baudo. Ma le amministrazioni del tempo non furono abbastanza lungimiranti, e il progetto non decollò mai.

 

A rispolverare questa storia, che ha del fantastico, sono i musicisti Moreno Conficconi, anima dell’Orchestra Grande Evento e vera propria icona della musica popolare (è sua fra l’altro l’attuale sigla del La Prova del Cuoco ‘L’Italia a tavola’) e Mirco Mariani, polistrumentista originario di San Piero in Bagno, leader dei Saluti da Saturno e storico batterista di Vinicio Capossela, con cui ha di recente ripreso a collaborare per alcuni progetti. Insieme l’estate scorsa hanno dato vita al progetto ExtraLiscio, orchestra futuristica che rivisita in chiave contemporanea il liscio di Secondo Casadei: metti insieme una polka, una mazurka e un valzer, le rinfreschi con una buona dose di alternative punk e quello che ne esce è… un punk da balera, energico ed entusiasmante.

 

Perché un evento a Valdazze, paesino pressoché dimenticato, che in inverno conta appena cinque abitanti?

Perché era un paese caro a Secondo Casadei - spiega Moreno Conficconi - che qua suonò con la sua orchestra, e che per primo dedicò a questo luogo una canzone. La scrisse nel 1969 insieme al nipote Raoul: ‘Vieni a Valdazze’ si intitola il brano, fu pubblicato per la Columbia su 45 giri e anche su 33 giri in una raccolta dal titolo Rumagnoli”.

 

 

 

 

 

Al maggior esponente del liscio romagnolo, sabato 26 marzo, è dedicata anche una mostra inedita, che inaugura alle 18.30: raccoglie foto, locandine, dischi, manifesti d’epoca, divise storiche, manoscritti, spartiti, curiosità varie sulla lunghissima storia musicale di Secondo Casadei e la sua orchestra, nonché dediche e pensieri alla sua più popolare canzone, Romagna mia, da parte di personaggi famosi.

 

Il Meeting delle Etichette Indipendenti (MEI), nella sua linea di valorizzazione della tradizione della musica della nostra terra, ha aderito all’iniziativa di Valdazze e ha omaggiato attraverso la sua newsletter l’album di ExtraLiscio con una grande richiesta. Attualmente ExtraLiscio è in testa tra gli eventi live più graditi dai promoter della Rete dei Festival.

 

Notte da ballo Extraliscio a Valdazze si inserisce in un più ampio progetto di riscoperta e valorizzazione dei dancing e delle sale da ballo della tradizione italiana. – continua Mirco Mariani - E vuole essere un omaggio al sogno inseguito con caparbietà dal cavalier Giorgetti. Quando ero piccolo lo vedevo passare da San Piero in Bagno a bordo della sua Mercedes bianca, carica di bidoni di vernice. Per richiamare turisti, se ne andava in giro, di notte, lungo l’E 45 a indicare, con una pennellata sui muri, la direzione per la sua Valdazze”.

 

Oggi quella scritta campeggia ancora lungo le principali assi stradali che dalla Romagna conducono verso Arezzo: tutti, almeno una volta, abbiamo visto quelle pennellate intrise di mistero. Indicano una direzione precisa: quella verso i sogni, che a volte vanno inseguiti con determinazione.

 

 

 

 

Ufficio Stampa Notte da ballo ExtraLiscio

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.