7 marzo 2016 - Forlì, Politica

"Niente burqa e niente niqab a Forlì"

È la proposta del consigliere leghista Daniele Mezzacapo

FORLÌ. Il Niqab, il velo islamico semi radicale così come il Burqa, copricapo che cela completamente il volto delle donne, entrano in contrasto con gli i regolamenti relativi all'Ordine Pubblico violando, nello specifico, l’articolo 85 del Testo Unico Della Legge Pubblica Di Sicurezza  e l’articolo 2 della legge 8 agosto 1977.
La Giunta delle Regione Lombardia ha vietato di recente l'ingresso in uffici pubblici e plessi ospedalieri a donne con il "Niquab" e velo islamico, rafforzando in questo modo le norme vigenti. La questione sbarca ora in consiglio comunale a Forlì ed è il consigliere del Carroccio, Daniele Mezzacapo, a presentare un ordine del giorno sull'argomento.
"Molte donne musulmane circolano per Forlì con il Niqab sul volto, indossandolo anche all'interno dell'ospedale e negli edifici pubblici. Questo rende difficoltoso il riconoscimento dell'individuo che lo indossa - spiega il consigliere della Lega Nord - chiedo pertanto al Sindaco e alla sua Giunta di far rispettare le leggi e di servirsi della Polizia Locale per far sì che vengano applicate le dovute sanzioni amministrative a chi trasgredisce".
"Non si tratta di discriminazione ma di sicurezza - continua Mezzacapo – e questa scelta è da prendere seriamente in considerazione in linea con le manovre di prevenzione al terrorismo islamico. Gli attentati di Parigi, su tutti, dovrebbero averci insegnato qualcosa. Nessuno si sognerebbe, ad esempio, di entrare in banca così come in un ufficio pubblico con il casco integrale o con il volto occultato, anche perché chi trasgredisce a questa norma rischia l'arresto da sei a dodici mesi ed una sanzione amministrativa".
"Non ne facciamo una questione di credo, ma di tutela dei forlivesi che già si sentono sufficientemente abbandonati da questa amministrazione a cui la sicurezza non sta proprio a cuore", chiosa il consigliere leghista.

Ufficio Stampa Lega Nord Romagna

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.