2 febbraio 2016 - Forlì, Cesena, Economia & Lavoro

Internazionalizzazione, contributi dalla Regione per progetti di promozione all'estero

FORLÌ. La Regione Emilia Romagna ha approvato un bando per accrescere il numero delle imprese esportatrici, con contributi a fondo perduto per percorsi di internazionalizzazione di medio periodo. Il bando supporta progetti finalizzati a realizzare un percorso strutturato, nell’arco di massimo due anni, che preveda un piano export con uno o due paesi obiettivo. I consulenti di CNA hanno maturato grande esperienza nel supportare le imprese per predisporre tali progetti. In questo l’Associazione è leader sul territorio: dal 2008 a oggi CNA ha ottenuto per le proprie imprese oltre 6,5 milioni di euro di contributi pubblici.

 

Beneficiari sono: PMI non esportatrici (imprese che negli ultimi due anni non abbiano svolto operazioni di vendita diretta all’estero); PMI esportatrici non abituali (imprese che negli ultimi due anni abbiano svolto operazioni di vendita diretta all’estero per meno del 10% del proprio fatturato complessivo o non abbiano esportato in uno degli ultimi due anni di attività); Reti formali di PMI le cui aziende rispettino almeno una delle condizioni sopra esposte.

requisiti sono: sede o unità operativa in Emilia Romagna; un fatturato uguale o maggiore di 700.000 euro nell’ultimo bilancio disponibile; essere attive da almeno due anni; esercitare attività di produzione di beni e servizi, ad esclusione dell’agricoltura e del commercio.

 

Le spese ammissibili sono: servizi di consulenza esterna per lo sviluppo di un percorso di internazionalizzazione, ricerca di partner commerciali, agenti, buyer, creazione di una rete commerciale all’estero; Temporary Export Manager (TEM); organizzazione di incontri d’affari in Emilia Romagna con partner commerciali provenienti dai paesi obiettivo; certificazioni per l’export;

partecipazione a fiere nei paesi esteri scelti dall’impresa; registrazione marchi nei paesi obiettivo; sito aziendale e materiali promozionali in lingua straniera. I costi dovranno riferirsi aspese sostenute dopo la data di concessione del contributo e dovranno essere sostenuti e pagati entro 18 mesi dalla stessa data.

È previsto un contributo a fondo perduto nella misura massima del 50% delle spese ammissibili. Il contributo massimo non potrà superare i 100.000 euro per le singole imprese ed i 400.000 euro per le reti. La spesa ammissibile non potrà essere inferiore a 50.000 euro.

 

Scadenze: il Bando è a sportello con procedimento valutativo. Per informazioni, predisposizione dei progetti e invio delle domande, gli interessati possono rivolgersi a: Danila Padovani, tel. 0543-770104, e-mail danila.padovani@cnafc.it; Massimo Grandi, tel. 0543-770218, e-mail massimo.grandi@cnafc.it. Le domande potranno essere inviate dal 15 marzo 2016. Si consiglia agli interessati di attivarsi per tempo.

 

Ufficio Stampa Cna Forlì-Cesena

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.