4 dicembre 2015 - Forlì, Fotonotizie, Economia & Lavoro

Dogane e internazionalizzazione, ieri il convegno - fotonotizia

FORLÌ. Si è svolto ieri, giovedì 3 dicembre, presso la sede di Unindustria Forlì – Cesena, il seminario tecnico “Dogane e internazionalizzazione - Favorire la competitività delle imprese”, un incontro che fa parte di un ciclo di appuntamenti promossi in tutta Italia da Confindustria.

Il seminario ha messo in luce i vantaggi competitivi in termini di internazionalizzazione che le aziende possono trarre da un’approfondita conoscenza di sistemi doganali. Inoltre, ha fornito ai presenti informazioni su strumenti tecnici quali la certificazione AEO e lo status di Esportatore Autorizzato che, se usati in sinergia tra loro, aumentano esponenzialmente la capacità di penetrazione nei mercati stranieri.

 

Il tavolo dei relatori è stato composto da professionisti di altissimo profilo, tra cui: Domenica Di Giulio, Direzione Interregionale dell’Agenzia delle Dogane per l’Emilia-Romagna e le Marche; Anna Maiello, Direttore dell’Ufficio delle Dogane di Forlì-Cesena; Santina Barilà, referente AEO presso l’Ufficio delle Dogane di Forlì-Cesena.

 

Il seminario si è concluso con la testimonianza di Alessandro Fiumana, Responsabile Amministrativo di Olitalia Srl, azienda della provincia certificata AEO. Fiumana ha illustrato i vantaggi diretti e indiretti derivanti dall’essere certificati, anche in termini di risparmi economici.

 

Quello delle dogane è un tema che Unindustria Forlì-Cesena, attraverso il servizio internazionalizzane, affronta da molti anni. L’affluenza delle imprese registrata al seminario di ieri è una prova dell’attualità dell’argomento trattato, ma soprattutto testimonia l’ottima collaborazione con l’Agenzia delle Dogane. Il progetto nazionale di Confindustria mira a realizzare un percorso di più incontri in diverse aree d’Italia e a fornire alle imprese degli strumenti per una maggiore efficienza e uno snellimento burocratico.

 

“La certificazione AEO rende le imprese che l’hanno ottenuta affidabili per tutte le autorità doganali comunitarie. Questo è un indubbio vantaggio competitivo per quanto riguarda il mercato estero.” – Afferma il Vicepresidente Giorgio Cangini – “Molti tra i più rilevanti paesi verso cui l’Italia esporta hanno adottato certificazioni analoghe. Esiste già un mutuo riconoscimento dei programmi di sicurezza con USA, Giappone, Norvegia, Cina e Svizzera e si sta lavorando perché a questa lista si aggiungano Canada, Turchia, Russia, Colombia e Perù. È quindi logico pensare che nel giro di poco tempo riusciranno a internazionalizzare solo le aziende che hanno preventivamente ottenuto la certificazione AEO.”

 

Ufficio Stampa Unindustria Forlì-Cesena

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.