4 novembre 2015 - Forlì, Economia & Lavoro

È la Colombia la nuova frontiera per le imprese italiane?

FORLÌ. Si è svolto oggi il seminario, organizzato dalla Commissione Internazionalizzazione di Unindustria Forlì-Cesena, “Opportunità del mercato colombiano per le imprese italiane” con la partecipazione straordinaria, tra i relatori, del Ministro Consigliere e Addetto Commerciale dell’Ambasciata Colombiana in Italia Juan Carlos Sarmiento. L’incontro si è aperto con i saluti di benvenuto di Giorgio Cangini, Vice Presidente di Unindustria con delega all’internazionalizzazione, è proseguito con l’intervento del Ministro SarmientoColombia: un alleato strategico per le imprese italiane – focus su agroindustria, metalmeccanica, hotellerie, costruzioni e infrastrutture” ed è infine terminato con la riflessione “Le opportunità legate alle energie rinnovabili in Colombia” di Andrea Londono Osorio, partner di Alo&Partners.

Dopo il seminario le imprese partecipanti hanno partecipato a incontri di approfondimento individuali con il Ministro Sarmiento.

La Colombia è diventata un partner strategico per la politica economica italiana in Sud-America. Gli interventi del Governo colombiano hanno rafforzato importanti settori produttivi come quello minerario e energetico, quello agricolo, manifatturiero, alimentare e chimico. L’Italia è al 22° posto tra gli investitori stranieri, con grandi aziende nazionali che operano nei settori delle infrastrutture e delle energie convenzionali e rinnovabili.

Per quel che riguarda la nostra provincia, i dati elaborati dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Forlì-Cesena, registrano per il secondo trimestre del 2015 un export verso la Colombia che vale 4.812.447€ con un incremento, rispetto allo stesso trimestre del 2005 del 1210,6%. Queste esportazioni, tuttavia, incidono solo per lo 0,3% del totale delle esportazioni delle provincia, lasciando quindi ampissimi margini di incremento per le imprese locali. Per quanto riguarda le merci invece, sempre secondo i dati dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio, si esportano principalmente macchinari e apparecchiature, che valgono il 75,5% del totale, e prodotti per la lavorazione di minerali e non metalliferi, 9,4%.

“La Colombia, grazie all’operato del Governo e alla sottoscrizione degli accordi di libero scambio, è cresciuta molto negli ultimi anni fino a diventare la terza economia sudamericana dopo Brasile e Messico.” – Ha dichiarato il Ministro Juan Carlos Sarmiento – “Il Governo sta potenziando le infrastrutture investendo 30 miliardi di dollari. Questo settore offre grandi possibilità per le imprese di Forlì-Cesena. Le industrie italiane possiedono un know how che trova in Colombia un terreno ideale. Abbiamo grandi giacimenti di petrolio per esempio. E produciamo moltissimi generi alimentari, ma ci servono maggiori industrie per la lavorazione. Le imprese di Forlì-Cesena hanno le competenze e le tecnologie che stiamo cercando, come, d’altra parte, dimostrano i dati sull’export della Camera di Commercio. Ogni settore economico della Colombia gode di sgravi fiscali e gli investimenti esteri degli ultimi anni testimoniano la fiducia internazionale nell’economia del Paese. Infine, come ulteriore prova della stabilità della Colombia, il Governo sta trattando, con un buoni risultati, un accordo di pace con le FARC.”

“I dati della Camera di Commercio di Forlì-Cesena testimoniano che ci sono grandi possibilità per le imprese locali in Colombia.” – ha dichiarato il Vice Presidente Cangini – “La recente missione in Sudamerica del Presidente del Consiglio Matteo Renzi e del Vice Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda ha evidenziato il grande apprezzamento di cui godono le imprese italiane che già lavorano in Colombia. I paesi sudamericani stanno crescendo molto rapidamente e sono alla ricerca di partner stranieri. Ci sono grandi possibilità di business e Unindustria Forlì-Cesena vuole mettere le imprese locali nella condizione di sfruttarle.”

 

Ufficio Stampa Unindustria Forlì-Cesena

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.