23 ottobre 2015 - Forlì, Cronaca

Colletto bianco dà fuoco alla banca in cui lavora

Sperava di poter giustificare un ammanco di 80mila euro che aveva perso al gioco

FORLÌ. 80mila euro: a tanto ammonta la cifra che il dipendente di una banca aveva sottratto dalla cassa per scommettere via internet. Dopo aver perso l'intera somma, ha appiccato un incendio in banca per poter giustificare l'ammanco. Due giorni fa si è costituito ed è stato denunciato dai Carabinieri di Forlì per danneggiamento seguito da incendio e appropriazione indebita.

L'incendio era divampato il 20 ottobre in una macchina conta-soldi. Erano andate in fumo alcune carte e banconote. Il responsabile della sicurezza della banca aveva immediatamente denunciato il fatto ai Carabinieri, che avevano appurato, fin da subito, un paio di cose interessanti. Intanto, l'incendio non era scaturito da un malfunzionamento elettrico della macchina, ma era stato appiccato utilizzando un accelerante infiammabile; in secondo luogo, analizzando le telecamere di sorveglianza, è emerso che nessun estraneo era entrato in banca. Questo secondo fatto restringeva il cerchio ai soli dipendenti.

Da ulteriori indagini, i Carabinieri hanno individuato un unico sospettato, che, però, si è reso irreperibile, fatto che ha ulteriormente intensificato il livello di attenzione su di lui.

Comprendendo di essere ormai alle strette, il dipendente si è presentato spontaneamente in Caserma per costituirsi. Oltre ad ammettere le sue responsabilità, ha anche spiegato la circostanza delle scommesse via internet e degli 80mila euro persi al gioco.

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.