24 settembre 2015 - Forlì, Cesena, Società

Sfoglia record all'Expo, merito anche di Casa Artusi

Trenta Mariette hanno collaborato alla produzione della pasta sfoglia lunga 60 metri

MILANO - La pasta sfoglia che la nonna stendeva sul tagliere ci sembrava già immensa, ma quella realizzata martedì 22 settembre ad Expo batte ogni record.

In una lunga tavolata, posizionata nel Cardo Sud, si dono date appuntamento 30 Mariette di Casa Artusi, insieme alle sfogline emiliane, che con uova, farina e mattarello alla mano hanno realizzato ben 60 metri di sfoglia, con quella manualità naturale che appartiene solo alle donne della nostra Regione. Ad aiutare nella stesura e farcitura della pasta anche 35 chef emiliano romagnoli dell’associazione Cheftochef.

 

Dopo la stesura, la pasta è stata farcita con un trionfo di ripieni, simboli della biodiversità della regione Emilia Romagna. In “pochi” metri, da Rimini a Piacenza, sono stati racchiusi più di 250 chilometri di storia, saperi e tradizioni. Tra le paste ripiene realizzate, i tortelli piacentini con la coda, gli anolini della Val d’Arda, i tortelli di Parma, i cappelletti reggiani, i tortellini modenesi e quelli ripieni di castagne, i tortelli ripieni di Parmigiano Reggiano, i cappelletti ripieni di Mora romagnola, i cappellacci di zucca, i ravioli con le anguille di Goro e le verze, i cappelletti con il ripieno di poveracce (le piccole vongole dell’Adriatico), i raviolini con il ripieno di gallinella e i tortelli di patate dell'Alto Savio con il formaggio di fossa.

 

A chiusura della performance,  tutti gli chef e le sfogline hanno lasciato i loro piani di lavoro per dirigersi verso l’Albero della Vita in un lungo corteo, facendo prima un saluto di rito davanti al padiglione della loro amata regione. Le paste ripiene sono state donate al Refettorio Ambrosiano, nato da un’intuizione di Massimo Bottura e di Davide Rampello, per essere poi preparate dagli chef che si alternano al servizio della comunità.

 

L’appuntamento è stato inaugurato dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, insieme all’Assessore Regionale all’Agricoltura Simona Caselli e al presidente dell’associazione Cheftochef emiliaromagnacuochi Massimo Spigaroli.

Fra le Mariette di Casa Artusi  anche l’assessore alle attività produttive del Comune di Forlimpopoli Adriano Bonetti e il consigliere regionale (già Sindaco) Paolo Zoffoli.

 

Casa Artusi ha animato  la Piazzetta RER con la promozione delle eccellenze agroalimentari della regione ben rappresentate del Touch wall che richiama i visitatori di EXPO con il Selfie con i prodotti D.o.p. e le Mariette alle prese con la sfoglia e performance teatrali. Molta attenzione ha catturato l’attore Denio Derni  che vestiva i panni di Pellegrino Artusi, presente anche nella bella e partecipata lezione magistrale di Massimo Montanari ( Direttore del master “Storia e cultura dell’alimentazione” dell’Universita di Bologna e Presidente del Comitato Scientifico di Casa Artusi su “Artusi, la pasta e l’identità taliana”   

 

La realizzazione della pasta ripiena più lunga d’Italia è stato un degno finale a coronamento del Viaggio dell’Emilia Romagna verso Expo; un viaggio slow tra il Po e l’Appennino, attraverso la via Emilia, che ha visto 35 appuntamenti nelle piazze nei borghi appenninici, sulle motonavi, a cui hanno partecipato decine di migliaia di persone (30.000 presenze) curiose di sapere e di scoprire la straordinaria biodiversità di questa regione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.