11 settembre 2015 - Forlì

Cinquantamila occasioni per fare (e farsi) del bene

Torna più ricca che mai la Lotteria della Solidarietà

FORLI' - Un elenco lunghissimo di sponsor che aumentano di anno in anno, un giro economico continuamente in crescita: queste sono le prime due cose che saltano alll'occhio scorrendo i dati che raccontano la storia di un appuntamento ormai canonico promosso dal Consorzio di Solidarietà Sociale in collaborazione con il Comitato Paritetico per il Volontariato e l'Assiprov. 

Da ormai 15 anni la Lotteria della Solidarietà continua a riscuotere un grande successo ed altrettanti riscontri sul territorio, merito questo, del grande lavoro della macchina organizzativa e del principio che alimenta la lotteria stessa, ossia la collaborazione. Ogni anno, insomma, torna a ricordarci che nel territorio di Forlì e nel suo comprensorio, la solidarietà è  qualcosa di concreto.
Ai valori si aggiungono dati reali, tangibili che raccontano come in 15 anni 

l'organizzazione di questo evento abbia portato al circolo di quasi 207 mila 500 euro, con la vendita di circa 277 mila tagliandi. 
La solidarietà è fare rete e l'organizzazione che sta dietro la "riffa" ha portato risultati davvero importanti con ricadute pratiche e tangibili, finanziando progetti di sostegno a chi fa del bene, nonostante tutto e nonostante tutti, a chi si trova in difficoltà.

 

L'edizione 2015, quella appunto dei 15 anni, assume un ruolo importante: è la prima senza don Dario Ciani, la cui assenza si percepisce anche nella presentazione del progetto di quest'anno: manca e si sente, in maniera altrettanto tangibile.
Non tramonta tuttavia il sodalizio che lega la lotteria ai detenuti del carcere di Forlì a cui saranno destinati fondi per l'acquisto di beni essenziali.
A beneficiare, tuttavia, della vendita dei 50 mila biglietti in circolazione (si possono reperire presso le associazioni aderenti al progetto, all'Assiprov di corso della Repubblica, nella sede del Consorzio di Solidarietà Sociale e in tanti luoghi ancora, ndr.) saranno anche le associazioni le cooperative sociali i consorzi. 

 

Come accaduto negli scorsi anni, con il ricavato della vendita dei tagliandi sarà finanziato un progetto selezionato dall'organizzazione. Anche le associazioni no profit e il mondo del volontariato impegnate nella vendita dei biglietti potranno usufruire dei benefici della lotteria. Per ogni ticket venduto, dal valore di un euro, 70 centesimi rimarranno all'associazione così da poter finanziare (almeno in parte) le proprie attività. Così non ci si stupisce nel vedere che lo scorso anno 1500 euro sono stati devoluti al progetto di aiuto ai detenuti, più di 27 mila euro siano stati ridristribuiti alle associazioni che hanno venduto i biglietti e 2 mila euro siano andati a finanziare il progetto selezionato "Ascoltare con...cura" presentato dal Consorzio Mestieri.

 

Comprare un biglietto, tuttavia, nnon fa bene solo alla solidarietà ma anche al portafoglio di chi acquista. A fronte della spesa di un euro, infatti, l'acquirente si aggiudica la possibilità di concorrere ad uno dei 150 premi in palio (il primo anche quest'anno è un viaggio offerto dall'agenzia Viaggi Fortuna) e di poter usufruire di beni e servizi per un valore di 14 euro: il tutto grazie ai coupon inseriti nello stesso biglietto: un ticket da diritto a 7 caffè, un aperitivo ed una piadina 

Maurizia Squarzi presidentessa del Consorzio di Solidarietà Sociale parla di sporcarsi le mani, di osare di contribuire tutti per sostenere progetti reali. Ha ragione e a lungo andare i risultati si vedono e questa lotteria ne è un chiaro esempio. Il motore principale di tutta l'organizzazione comunque è e rimane l'Associazione Amici di Sadurano a cui va il merito principale di aver messo anima e spirito in un prgetto che col tempo ha preso corspo e si è trasfromato in una straordinaria occasione per fare (e farsi) del bene 

Da ultimo ma non meno importante la possibilità di presentare un progetto dedicato al sociale da valutare e selezionare per l'attribuzione di un piccolo ma significativo contributo: la scadenza è fissata per il prosimo 18 dicembre e i parametri che saranno utilizzati nella scelta sono semplici ma ben chiari: ricaduta sociale, concretezza, chiarezza, realizzabilità, innovazione. 

 

Per info su regolamento, organizzazione e informazioni:

www.cssforli.it

www.assiprov.it

www.amicidisadurano.it

 

Enrico Samorì

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.