11 agosto 2015 - Forlì, Politica

Destinazione Forlì supporta il consigliere Fabio Corvini

"Siamo a favore di una buona parte delle idee di Corvini"

FORLÌ. Visti gli articoli mandati agli organi di stampa in precedenza e visto che siamo consapevoli che non esiste un’altra opposizione efficace e puntuale, ci rendiamo sempre più conto di essere a favore di una buona parte delle idee e delle osservazioni del consigliere Corvini e siamo convinti di intraprendere, nel limite del possibile, un’azione di supporto nei suoi confronti, fin dove ce lo permetteranno le idee politiche comuni.

 

Destinazione Forlì - Comunicazione

 

Fabio Corvini, dopo gli ultimi avvenimenti in Consiglio Comunale e dopo le precisazioni del gruppo consigliare 5 Stelle, fa alcune valutazioni partendo dalle note stampa in cui l’assessore Zanetti annuncia di voler incontrare i cittadini per la questione bagolari.

“Eletto Consigliere Comunale il 25 maggio 2014, approdato sin da subito, l'8 luglio 2014, nel Gruppo Misto con nessuna prospettiva chiara e concreta, completamente profano della politica e senza conoscere nessuno, oggi, dopo oltre un anno posso fare un piccolo bilancio della mia esperienza” racconta in relazione alle difficoltà di un consigliere di opposizione di svolgere il proprio compito, particolarmente in merito alla gestione del Verde.

“Mi sono impegnato sin dal primo giorno al fine di monitorare il più possibile l'attività ordinaria del Consiglio Comunale, cosa che ritengo di avere fatto degnamente, con interventi puntuali e preceduti dallo studio dei documenti che ci venivano presentati qui sempre all’ultimo minuto nelle tante sedute del Consiglio e delle Commissioni; mi sono altresì impegnato nelle varie problematiche che ritenevo importanti per la città con interrogazioni su specifiche tematiche andando spesso a scovare irregolarità ed errori nei regolamenti e nell’applicazione degli stessi o nelle delibere.

Ho sempre offerto la mia disponibilità per ogni ruolo istituzionale: sono stato componente di diritto di tutte le commissioni consiliari sino a marzo, ne sono stato sempre partecipe anche dopo, quando l’ultimo arrivato in gruppo misto si è arrogato la qualifica di capogruppo, in alcuni casi senza percepire il gettone di presenza.”

Il ruolo del Consigliere come sentinella è molto importante e per questo Corvini ha cercato di sfruttare il proprio ruolo istituzionale per avere più facile accesso alle informazioni: “mi sono offerto come componente di ogni altra commissione ed in particolare per quella di “Verifica delle Procedure Amministrative” e per quella del “Verde Pubblico”; mi sono sempre candidato per ogni incarico da ricoprire ritenendo doveroso essere attivo il più possibile e vigilare.

Risultati? Pochi, una delusione.

Due esempi specifici: le commissioni di “Verifica delle Procedure Amministrative” e quella del “Verde Pubblico”.

Per la prima ho insistentemente chiesto da fine luglio 2014 che la commissione si costituisse, che si insediasse e che cominciasse il suo lavoro, ma l'insediamento è avvenuto solo a fine luglio 2015 e soltanto a settembre ci sarà una prima seduta. Prima di vedere un minimo effetto del lavori - riflette Corvini - temo si dovrà attendere ancora qualche anno, o forse si arriverà addirittura alla fine del mio mandato.

Per quanto riguarda la commissione del “Verde Pubblico” a inizio settembre 2014 tutti noi Consiglieri siamo stati informati della prossima nomina dei componenti. Il 19-09-2014 ho inviato tramite mail la mia candidatura ai sensi dell'art. 5, comma 4, lettera c, del Regolamento del Verde. Dopo circa un mese in conferenza dei capigruppo ho chiesto notizia della mia candidatura ed ho scoperto che ero l'unico Consigliere che si era candidato e a quel punto, visto il regolamento che impone la presenza di 2 eletti oltre ad una serie di esperti, ritenevo ovvio che sarei stato nominato. A ottobre 2014 ho chiesto informazioni alla vicesindaco Veronica Zanetti, la quale mi ha detto: “non ne puoi fare parte, tu non sei un esperto, i componenti devono essere tutti esperti”, tuttora non ho mai avuto alcuna comunicazione ufficiale. Il 24-11-2014 con il decreto n° 33 il Sindaco ha nominato i componenti della commissione, io non ero tra quelli. Il 21-01-2015, chiedevo al Sindaco di “potere partecipare in qualità di semplice spettatore, senza diritto di parola, alle sedute della commissione”, tuttora non ho mai avuto alcuna comunicazione ufficiale. Il 02-02-2015, deluso per questo comportamento di palese esclusione operato da chi vanta grandi intenti partecipativi,, sia perché ero l'unico Consigliere ad essersi proposto, sia perché gli altri potenziali candidati erano soltanto gli eletti nei quartieri nel lontano 2009, ho richiesto al Segretario Generale se nella procedura di nomina il dettato dell'art. 5, comma 4, lettera c, fosse stato rispettato; in particolare se la tesi che i componenti scelti tra gli eletti in Consiglio Comunale e nei quartieri dovessero comunque avere la qualifica di esperti, come sostenuto dalla vicesindaco, avesse fondamento giuridico. Il 16-02-2015 la segretario Generale mi rispondeva e, con una evidente forzatura, legittimava l'operato del Sindaco senza in realtà entrare nel merito della mia specifica e semplice domanda. Il 07-04-2015, non avendo ricevuto mai alcuna risposta dal Sindaco, chiedevo al Presidente del Consiglio Comunale, Paolo Ragazzini, informazioni sulla mia richiesta del 21-01-2015, tuttora non ho mai avuto alcuna comunicazione ufficiale.

E’ di pochi giorni fa una dichiarazione di intenti della vicesindaco Veronica Zanetti che intende incontrare i rappresentanti dei firmatari della raccolta firme contro l'abbattimento dei bagolari di Corso Diaz. “Ebbene - dichiara Corvini - questa volontà di instaurare un dialogo costruttivo e democratico, alla luce di quanto raccontato, mi stupisce e mi lascia incredulo.

Come è possibile definire "democratico" un atteggiamento di arbitrario rifiuto di candidature assieme ad un costante atteggiamento impositivo di documenti dati con poco anticipo, che rendono difficile se non impossibile informarsi?

Non è che si diventa democratici e disposti ad ascoltare sul serio solo perché si fa una pubblica assemblea" - chiude Corvini.

 

Fabio Corvini – Consigliere Gruppo Misto - Comunicazione

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.