15 giugno 2015 - Forlì, Politica

L'accusa di Rifondazione Comunista al Sindaco Drei: “Il Comune favorisce le rendite”

Nicola Candido (Prc): “Amministrazione incapace di politica fiscale equa”

FORLÌ. “Puntuali come ogni anno a metà giugno arrivano le tasse da pagare. IMU e TASI sono le più odiose. L’Amministrazione Drei, incapace di fare una politica fiscale in grado di sostenere l’economia locale, ha preferito favorire le rendite (i grandi proprietari di immobili e le attività commerciali con superfici più ampie), anziché calibrare in modo progressivo l’imposizione tributaria”. Queste le parole di Nicola Candido, segretario della locale sezione di Rifondazione Comunista.

Candido spiega così la sua posizione: “Vi era la possibilità, infatti, sia di diminuire le imposte a chi locava gli immobili, abbassando di conseguenza in costi per le piccole attività commerciali in affitto, sia di prevedere delle fasce di esenzione in base alle rendite catastali, ovvero in base ai redditi reali dei cittadini. Così, come del resto ha fatto il Comune di Cesena o quello di Rimini. Da una parte, quindi, si potevano sostenere, in modo strutturale e non una tantum con manifestazioni propagandistiche, i piccoli negozi del centro, ma anche delle periferie, strozzati da affitti insostenibili e, dall’altro, spostare l’imposizione fiscale sui cittadini più alti”. E ancora: “Se a questo si aggiunge la scelta di colpire anche con le addizionali IRPEF le fasce di reddito più basse emerge in modo evidente la scelta dell’amministrazione Drei di favorire le lobby e i poteri forti, a scapito della stragrande maggioranza dei cittadini. Finite le feste, passato il giro d’Italia e terminata la propaganda, infatti, i forlivesi si sveglieranno in una città più povera che privilegia i ricchi e criminalizza i poveri. Distratti oggi dal circenses, domani ai cittadini verrà meno il panem e i nodi, come a livello nazionale, arriveranno al pettine”.  

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.