6 giugno 2015 - Forlì, Cesena, Cronaca, Economia & Lavoro

Alleanza Cooperativa, "episodi come questi rovinano la reputazione"

Urgente la una legge contro le false cooperative

ROMAGNA - "Le denunce degli amministratori di alcune cooperative “fantasma” che operavano nel forlivese confermano ancora una volta la validità dell’iniziativa di legge popolare avviata dall’Alleanza delle Cooperative Italiane": con una nota Alleanza delle Cooperative in Romagna (composta da AGCI Forlì-Cesena-Rimini, AGCI Ravenna-Ferrara, Legacoop Romagna, Confcooperative Forlì-Cesena, Confcooperative Ravenna e Confcooperative Rimini) si affretta a prendere le distanze da quanto accaduto in giornata, cogliendo l'occasione per denunciare una volta di più il problema di realtà "inquinanti" che rovinano l'autorevolezza e l'attendibilità dell'intero sistema. 

"Lo schema è sempre quello - si legge nella nota -  le cooperative false (o “spurie”) si offrono a prezzi più bassi di quelle che agiscono correttamente rispettando i diritti di chi lavora, pagano meno i lavoratori, non adottano le misure di sicurezza nei posti di lavoro, spesso eludono il fisco chiudendo e riaprendo le attività sotto un nuovo nome. I controlli sono rari e le sanzioni insufficienti, anche per l’inadeguatezza delle normative".

La proposta di legge avanzata dall'alleanza prevede la perdita della qualifica di cooperativa per le imprese che non siano state sottoposte alle revisioni e ispezioni; a questo si aggiunge la definizione di un programma di revisioni per i settori più a rischio, la comunicazione dello scioglimento delle cooperative all’Agenzia delle Entrate, la creazione di una cabina di regia al Ministero dello Sviluppo Economico che coordini i soggetti chiamati a vigilare.
 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.