1 giugno 2015 - Forlì, Cultura, Società

Un cane è per sempre: i bisogni e le esigenze dei nostri amici a quattro zampe

Inauguriamo con questo articolo la rubrica dedicata al mondo dei cani curata da Monica De Stein dell'associazione "Compagni di Vita"

La scelta di prendere un cane non va presa alla leggera. Troppo spesso capita che si prenda un animale senza conoscerne le esigenze, i bisogni fondamentali, le cure, la giusta alimentazione e tutto ciò che serve per una corretta convivenza.

Un amico per sempre. Un cane è per sempre, anche quando sarà vecchio, anche quando si ammalerà e avrà bisogno di cure e di più attenzioni. Prima di pensare di prendere un cane bisognerebbe porsi alcune domande: sono pronto per un cane? Ho tempo da dedicargli, soprattutto i primi mesi? Posso portarlo in vacanza con me? Gli altri membri della famiglia sono d’accordo? Conosco la razza che desidero oppure mi piace solo perché è bello? Sono consapevole che è un essere vivente con bisogni fisici ma anche emotivi da seguire e rispettare?

Cultura cinofila. Prima di prendere un cane bisognerebbe informarsi bene e farsi un po’ di cultura cinofila per sapere come funziona la gestione di un cane. Non bisogna credere che un cane di taglia piccola dia meno da fare di un cane di taglia medio grande; dipende dalle attitudini di razza e non bisogna pensare che salvare un cane dal canile possa rendere felice il vostro ego se poi non si è disposti ad inserirlo correttamente in famiglia e prendersene cura.

Si vedono fin troppo spesso cani abbandonati a sé stessi in giardini immensi – o, peggio ancor,a chiusi in piccoli box o terrazzi - senza mai un contatto con il padrone, senza mai fare una passeggiata, senza mai aver la possibilità di interagire. E poi ci si meraviglia se il cane diventa aggressivo o risulta ingestibile. È sempre colpa del padrone. I cani devono uscire anche se si possiede un grande giardino, per poter scoprire ed esplorare il mondo, incontrare persone diverse, stimoli nuovi ed i propri simili.

Socialità. Il cane è un animale sociale e ama stare a contatto con il proprio compagno di vita ed aver un suo ruolo in famiglia. Il cane obbedisce a regole e motivazioni assai diverse da quelle che crediamo noi. Le difficoltà che si creano nel rapporto tra uomo e cane si risolvono nella maggior parte dei casi con un accorgimento molto semplice: comprendere il cane e saper comunicare con lui. L'esempio più classico è quello dei cani che fanno danni o lasciano i bisogni in giro per casa quando il padrone è assente: solitamente, comportamenti simili sono sintomi di disagio. Il cane soffre per l’assenza del proprietario. Non si tratta di dispetti, ma di una manifestazione di forte disagio e, probabilmente, della mancanza di qualche cosa.

Le attività. Quali sono i bisogni fondamentali di un cane? Oltre a mangiare e dormire - un cane dorme anche fino a diciotto ore al giorno a seconda della razza e dell’età - sono importanti le attività di movimento che dipendono soprattutto dal tipo di cane e dalla sua razza.

La passeggiata è fondamentale perché permette al cane di esplorare, annusare, avere stimoli nuovi, incontrare cose e persone. Alcuni cani adorano anche il gioco che può essere improntato sul riporto, oppure un gioco di stimolazione, oppure, ancora, una disciplina cinofila, particolarmente indicata nel caso di cani molto attivi che necessitano, quindi, di veri e propri “sport” come può essere l’agility o il disc dog e soprattutto se ci si vuol divertire a fare attività insieme al proprio cane.

Le attività fisiche quindi sono differenti in base alla razza. Ci sono cani selezionati per il lavoro e quelli per la compagnia. Per alcuni è difficile essere sedentari, per altri invece è difficile essere molto attivi. È importante documentarsi sulle tendenze di razza per permettere al cane di mettere in atto i comportamenti tipici della sua indole. È importante far sentire al cane che ci si prende cura di lui, che il padrone rappresenta quella figura con cui creare il legame di attaccamento attraverso comportamenti idonei, infondendogli un senso di sicurezza per permettergli di esplorare il mondo, di sentirsi sicuro nell’allontanarsi proprio perché sa che c’è una persona che lo protegge in caso di pericolo e una casa in cui tornare.

I consigli. È bene evitare, se possibile, esperienze spiacevoli al cane, che possono essere create da situazioni di forte stress. Per garantire una vita il più possibile tranquilla al cane, è consigliato, pertanto, di instaurare una comunicazione corretta col proprio amico a quattro zampe. Il cane deve avere un suo posto dove sentirsi sicuro, una sua cuccia, un trasportino, una stanza, una qualsiasi “tana”: sarà felice di avere un posto dove stare tranquillo e dove non essere disturbato.

Regole. I cani sono animali che necessitano di regole ed abitudini che li aiutino a comprendere quale ruolo debbano assumereall’interno della famiglia. Quando il cane pretende attenzione abbaiando, saltando addosso o peggio mordicchiando, conviene ignorarlo: è sempre meglio, infatti, premiare un cane per comportamenti corretti, quindi è meglio considerarlo quando è tranquillo e calmo e mai quando è agitato. Un nostro atteggiamento troppo materno e protettivo può essere a volte un’altra causa di disagio per il cane, che potrebbe poi soffrire di ansia da separazione.

Il ruolo dell'educatore. Rivolgersi ad un educatore cinofilo per imparare l’educazione di base è sempre molto utile per una convivenza più serena e per capire i bisogni fondamentali del nostro cane e delle sue esigenze. Se possibile, chiedete lezioni individuali con un educatore che non usi metodi coercitivi, ma solo metodi basati sul rinforzo positivo e metodi gentili. Un cane è per sempre, non è un giocattolo, è un essere vivente che ha bisogno di voi per tutta la sua vita, vi sarà fedele sempre, sarà il vostro compagno di vita e vi riempirà di amore incondizionato.

 

 

Monica De Stein

Associazione Compagni di vita

Centro Cinofilo del parco Fluviale Castrocaro Terme

www.compagnidivita.it

Pagina facebook

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.