20 aprile 2015 - Forlì, Cronaca, Politica

Segretario di Rifondazione bloccato dalla Digos mentre si recava all'iniziativa “Sovranità nel territorio Romagnolo”

Nicola Candido (Prc) denuncia: “Violati i miei diritti, volevo solo informarmi sulle iniziative nel territorio”

FORLÌ. Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta che il segretario della locale sezione di Rifondazione Comunista Nicola Candido ha scritto alla Prefettura e alla Questura di Forlì.

 

Alla Signora Prefetto di Forlì-Cesena

Al Signor Questore di Forlì-Cesena

Mi rivolgo a Voi in quanto tutori della Legge e garanti delle libertà costituzionali nel nostro territorio, poiché nella serata del 17 aprile sono stato protagonista, mio malgrado, di un episodio grave e senza precedenti. Mentre mi stavo recando ad un’iniziativa pubblica, “Sovranità nel territorio Romagnolo”, ampiamente pubblicizzata e aperta a tutti i cittadini, mi è stato intimato, senza nessuna spiegazione, di allontanarmi e sono stato “accompagnato” da un funzionario della DIGOS (Divisione Investigazioni Generali e Operazioni Speciali), peraltro, con estrema correttezza, lontano dalla sala. Tuttavia, mi sembra evidente che siano stati violati i miei diritti di cittadino nel voler partecipare ad un’iniziativa pubblica e anche i diritti di candidato a Sindaco del Comune di Forlì nelle ultime elezioni amministrative, oltre che di esponente politico di un Partito rappresentato nelle Istituzioni italiane ed europee. Come è ampiamente documentabile e come può essere testimoniato dai funzionari presenti, il mio interessamento non aveva nessun intento provocatorio e tantomeno offensivo o antidemocratico, ma mi sembrava invece un mio dovere civico e politico, quello di informami sulle idee e sulle iniziative che si svolgono nel mio territorio. Penso, infatti, che sarebbe dannoso per tutti non avere nemmeno la possibilità di conoscere le opinioni altrui e reprimere in modo autoritario anche solo la partecipazione ad un’iniziativa pubblica. Forse si è persa un’altra occasione, nel 70° anno della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, per riaffermare i valori di libertà e di convivenza democratica sanciti con accuratezza dalla nostra Carta Costituzionale.

Sicuro di una vostra attenta valutazione.

Vi ringrazio per l’attenzione.

 

Distinti Saluti

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.