16 aprile 2015 - Forlì, Agenda, Cultura, Eventi, Società

100 anni dall'ingresso dell'Italia nella Prima Guerra Mondiale, sabato un ricco calendario di eventi

FORLÌ. Sabato 18 aprile si terranno numerosi eventi a ricordo degli ex Combattenti forlivesi e di tutti i Caduti, feriti e mutilati che parteciparono alla Prima Guerra Mondiale. Alle iniziative interverranno, fra gli altri, il Presidente nazionale dell'Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra, Rodolfo Bacci e il Generale di Brigata Antonio Bettelli.

Di seguito, il programma degli eventi:

Alle 9.00 la Santa Messa in Cattedrale 
Le iniziative cominceranno in Duomo con il rito religioso celebrato dal Vescovo della Diocesi di Forlì Mons. Lino Pizzi. Alla S. Messa saranno presenti il Gonfalone della Città di Forlì e i labari e medaglieri delle Associazioni combattentistiche e d'arma. Hanno comunicato la loro partecipazione il Sindaco di Forlì Davide Drei e tutte le altre autorità cittadine assieme a tutti gli esponenti delle associazioni proponenti.

Alle 9.45 la cerimonia di fronte al Monumento ai Gialli del Calvario 
Al termine della S.Messa tutti gli intervenuti si recheranno in corteo davanti al Monumento ai Gialli del Calvario, preceduti e accompagnati dalla Banda musicale di Carpinello. In Piazza Dante di fronte al monumento che ricorda il sacrificio dei militari appartenenti all'11° reggimento Fanteria della Brigata Casale si svolgerà la cerimonia commemorativa con la deposizione di una Corona. Renderà gli onori un picchetto militare del 66° Rgt. Fanteria Aeromobile "Trieste".

Chi erano i Gialli del Calvario
Il reggimento era formato quasi esclusivamente da soldati forlivesi e cesenati e subì pesantissime perdite nella battaglia per la conquista del Monte Podgora. "L'8 agosto 1916 - così riportano i testi di storia dell'epoca - grande merito veniva riconosciuto all'11° Rgt. Fanteria della Brigata Casale per la presa di Gorizia. La vittoria giungeva al termine di oltre un anno di sforzo bellico durissimo consumato nelle battaglie dell'Isonzo. Strenuo baluardo della linea di difesa austroungarica era una collina chiamata Monte Podgora o Calvario, punto strategico che venne espugnato proprio dai romagnoli. Dopo la conquista di Gorizia l'11° Fanteria venne fregiato dell'appellativo "Gialli del Calvario", per il colore delle mostrine cucite sulla divisa e per l'eroismo dimostrato sulle pendici di quel colle".

Alle 10.30, al San Domenico, il convegno "I Forlivesi e la Grande Guerra" 
La manifestazione proseguirà poi alla sala ex Refettorio in San Domenico dove interverranno Il Sindaco Davide Drei, il Gen. di Brigata Antonio Bettelli, i ricercatori Mario Proli e Fabrizio Monti. Le conclusioni saranno tenute dal Presidente nazionale dell'Associazione Famiglie Caduti e Dispersi in Guerra Rodolfo Bacci. Coordinerà l'incontro il presidente della Confederazione tra le Associazioni combattentistiche di Forlì Sergio Gori.

Attestati al centenario Mario Agostini e ai famigliari del Magg. Marco Briganti 
Al termine del convegno saranno consegnati attestati di riconoscenza a Mario Agostini, orfano della Grande Guerra, che fra pochi giorni compirà 100 anni e il cui padre Carlo morì pochi giorni dopo la fine della guerra a seguito delle ferite riportate in quel conflitto e ai famigliari del Magg. Marco Briganti, ufficiale forlivese che perse la vita 10 anni fa, in Iraq, cadendo con il suo elicottero insieme a tre commilitoni.

Importante iniziativa per restauro monumento
Dal convegno partirà l’iniziativa di una pubblica raccolta di fondi per la ripulitura e il restauro del monumento dedicato ai Caduti dell’11° fanteria Brigata Casale. A tal fine è stato costituito nel mese scorso un apposito comitato promotore nella persone dell’Assessore Comunale Sara Samorì, dal Presidente della Confederazione fra le Associazioni Combattentistiche, Sergio Gori e altri. Le donazioni potranno essere effettuate durante il convegno  ad un tavolo appositamente allestito o tramite bonifico bancario su CARIROMAGNA, sede Forlì, IBAN: IT06 P06O 1013 2005 1070 0708 028 .

La confederazione a Forlì è formata dalle seguenti Associazioni:
-    Ass. Naz. Combattenti e Reduci di guerra
-    Ass. Naz. Mutilati e invalidi                 “
-    Ass. Naz. Famiglie Caduti e Dispersi in guerra
-    Istituto del Nastro Azzurro
-    Ass. Naz. Vittime civili di guerra
-    Ass. Partigiane (ANPI, FIVL, FIAP).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.