15 aprile 2015 - Forlì, Agenda, Eventi, Sanità

Endometriosi, sabato 18 aprile incontro di sostegno rivolto alle donne

Appuntamento al Centrodonna di via Tina Gori

FORLI' - L’endometriosi, una malattia cronica che colpisce circa il 10% delle donne in età fertile, è una patologia femminile spesso sottovalutata che ha pesanti risvolti sulla vita familiare, sociale e lavorativa di chi ne soffre. 

 

Si parla di endometriosi quando l’endometrio, il tessuto normalmente presente all’interno dell’utero si trova in altre sedi, formando "noduli", "tumori", "lesioni", "impianti", o "escrescenze" che possono causare dolore e altri sintomi associati.

 

La malattia è una delle più diffuse cause di infertilità: il 30% delle donne che soffre di questa malattia non riesce a concepire. Un peso che non grava solo sulla donna che ne è affetta ma sull’intera comunità poiché in Italia registriamo ogni anno 250mila nascite in meno di quelle necessarie per mantenere la curva della previdenza sociale. 

 

Infatti in seguito all’indagine indetta dalla 12° Commissione Permanente Igiene e Sanità del Senato nel 2006, l’endometriosi è stata dichiarata malattia di interesse sociale. Inoltre un recente studio della World Endometriosis Research Foundation (WERF) ha calcolato che del costo medio globale per donna legato alla malattia, è pari a € 6.298 per la perdita di produttività, mentre € 3.113 sono i costi stimati per dirette spese di assistenza sanitaria. 

 

Sabato 18 aprile 2015, l’Associazione Italiana Endometriosi Onlus, gruppo di Forlì-Cesena, organizza un appuntamento all’insegna del sostegno, rivolto alle donne che soffrono di questa malattia. 

 

L’incontro sarà guidato Monica Neri, responsabile del gruppo locale e membro del Consiglio Direttivo dell’AIE, per offrire alle donne affette da endometriosi un’ulteriore occasione di comprensione di Sé.

 

“E’ un sollievo quando ti accorgi che in quel viaggio lungo e tormentato, che è la nostra malattia, non sei sola e che altre come te hanno provato tutte quelle sensazioni sulla loro pelle. Senti uscire dalla loro bocca un “ti capisco” e improvvisamente avverti la piacevolissima sensazione di crederci davvero. Ascolti i loro consigli senza pensare, stavolta, che lo fanno solo per partecipare a tutti i costi alla tua sofferenza. Inizi ad incontrare queste persone e hai voglia di raccontarti, vedi che proprio loro “chi lo avrebbe mai detto!” si mettono a tua disposizione e ti danno ogni volta un piccolo tassello per ricostruire la tua vita andata a pezzi: hai finalmente un “input” per ricominciare. 

 

Questo è per me il gruppo di auto-aiuto e l’AIE. Se il mio modo di pensare e di affrontare la malattia è cambiato e il mio tunnel finito io lo devo a Voi.” racconta Gracy, una partecipante ai gruppi di auto mutuo aiuto.

 

L’appuntamento è è alle ore 15,00 presso il Centrodonna del Comune di Forlì (c/o Centro Commerciale Ravaldino) in Via Tina Gori n.58.
La partecipazione, libera e gratuita, è riservata alle donne affette da endometriosi.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.