17 marzo 2015 - Forlì, Cultura, Società

A Meldola un museo dedicato a Felice Orsini

Approvata all'unanimità la proposta del consigliere comunale Cappelli

FORLI' - Ieri sera il consiglio comunale di Meldola ha votato favorevolmente e all’unanimità l’ordine del giorno presentato da Andrea Emmanuele Cappelli con cui si proponeva l’allestimento di una mostra permanente, in pratica un museo, dedicato a Felice Orsini.

Nel 2019 si celebrerà il bicentenario della nascita del patriota risorgimentale nato propri a Meldola  il 18 dicembre 1819.

 

“Scopo della proposta – ha spiegato il consigliere di fronte all’assemblea - è quello di impegnare il Comune di Meldola ad allestire una mostra permanente, di fatto un piccolo museo, contenente tutti i cimeli, il patrimonio documentario, le lettere autografe e il materiale preparato durante le precedenti ricorrenze – 50°, 100°, 150° anniversario della morte di cui è in possesso il Comune, oltre ai numerosi testi scritti sull'argomento”.

 

Il museo dovrebbe essere allestito a palazzo Doria Pamphili, “all’interno del quale – aggiunge Cappelli -con ogni probabilità  Francesca Ricci partorì il figlio Felice”.

Le stanze al pianterreno ora occupate dalla Biblioteca comunale saranno liberate per un trasferimento programmato all’interno dell’ex macello.

 

“Quando un’amministrazione sceglie di investire sulla cultura finanziando progetti più o meno ambiziosi, una parte dell'opinione pubblica derubrica queste spese come superflue: per confutare questa tesi basta osservare – volendo conservare un’ottica prettamente locale - quello che è diventato negli anni il complesso museale San Domenico a Forlì, conosciuto a livello nazionale per le sue mostre, o l'Artusiana di Forlimpopoli, uno dei maggiori eventi gastronomici d'Italia, o il Museo d'arte contemporanea Vero Stoppioni a Santa Sofia, degnamente rappresentato nell'ambito della mostra imolese Arte dal Vero, progetto ambizioso che racchiudeva un secolo di figurazione romagnola”, sottolinea il consigliere che ha spiegato all’assemblea come il museo non sia un vezzo autocelebrativo per la cittadina che ha dato i natali ad Orsini, ma un’occasione di sviluppo e un volano economico per il territorio.

 

Il primo passo per la realizzazione del museo si avrà con l’istituzione di un comitato esecutivo che si occuperà dell’allestimento degli spazi e dell’organizzazione delle celebrazioni 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.