6 marzo 2015 - Forlì, Cesena, Cronaca

Smantellata baby gang che adescava adulti sulle chat

Promettevano incontri hard e poi ricattavano i clienti minacciandoli di denunciarli per pedofilia

FORLI / CESENA - Nella società digitale di oggi, dove puoi essere chi vuoi senza dovere delle spiegazioni a nessuno, dove puoi mentire liberamente in nome della riservatezza e della privacy, accade anche che gli orchi diventino vittime. Questo è quanto successo proprio in questi giorni.

 

La polizia di Forlì Cesena ha concluso infatti un’approfondita indagine sulla prostituzione minorile arrivando a denunciare ben 12 persone. La cosa che più inquieta è che tra queste ben 10 risultano minorenni. Gli agenti li hanno individuati dopo una lunga e complessa investigazione che ha portato a smantellare una vera e propria mini gang che adescava adulti in chat attraverso i social network.

 

Una volta agganciate “le vittime” promettevano incontri hard e organizzavano gli appuntamenti ma al momento del faccia a faccia la banda minacciava di sporgere denunce per pedofilia ricattando i clienti. Venivano chieste consistenti somme di denaro per pagare il silenzio.

 

La polizia, che renderà noti ulteriori dettagli dell’intera operazione nel corso di una conferenza stampa che si terrà questa mattina in Questura, è arrivata ad individuare la baby gang a seguito di una segnalazione di prostituzione minorile di due quattordicenni. Nella banda sono finiti nei guai anche due adulti.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.