26 febbraio 2015 - Forlì, Cronaca, Società, Sport, Bar Sport

Prima edizione di “Aperitiro” con l'Assessora Samorì e la Presidente del Panathlon Forlì Marilena Rosetti

FORLÌ. Ospiti d'eccezione ieri sera al Tiro a Segno di Forlì per l' “Aperitiro”, l'aperitivo con tiro. A questa prima edizione hanno preso parte, infatti, la Presidente del Panathlon Forlì Marilena Rosetti e l'Assessora allo Sport del Comune di Forlì Sara Samorì. Entrambe hanno provato il tiro ad aria compressa, sia con la carabina che con la pistola, e hanno visitato la struttura sportiva.

 

L'incontro è stato fortemente voluto dal Tiro a Segno e dal Panathlon per rinsaldare gli stretti legami e la grande amicizia che lega queste due realtà sportive forlivesi. Nel novembre dello scorso anno, la mancata partecipazione di alcuni atleti diversamente abili del Tiro a Segno di Forlì alla serata di gala dei Premi Panathlon 2014 era finita sui giornali locali e nazionali, creando scalpore nella società civile forlivese. Per porre rimedio, Panathlon e Amministrazione comunale avevano organizzato, in dicembre, una premiazione degli atleti paralimpici nel salone comunale e, fin da subito, si era parlato di una visita ufficiale della Presidente Rosetti al Poligono, l'impianto sportivo forse più antico di Forlì. Ed è stato proprio l'Aperitiro l'occasione per la dirigenza del Panathlon di visitare la struttura poligonale, provare le armi ad aria compressa e ottenere, già dopo pochi tentativi e grazie alla supervisione degli allenatori Widmer Parissi e Fabrizio Turci, dei buoni risultati.

 

“Sono state brave, ma certo non come avrebbero voluto e potuto” ha scherzato il Presidente del Tiro a Segno Cesare Girometti “e infatti entrambe hanno promesso che torneranno a provare. A loro vanno i miei migliori auguri di migliorare nelle prossime occasioni”. Il Presidente Girometti ha anche ringraziato gli atleti che, nelle ultime settimane, hanno ottenuto risultati di rilievo alle gare regionali, spronandoli a continuare e a migliorare.

 

Sia alla Presidente Rosetti che all'Assessora Samorì sono state anche impartite le nozioni indispensabili che ogni atleta apprende non appena mette piede al Poligono, riguardanti la sicurezza dell'arma e l'attenzione necessaria alla buona riuscita di uno sport in cui la concentrazione è tutto.

 

Dopo la prova di tiro, si è tenuto l'aperitivo nell'ormai famosa “Sala delle Pin-up”, che fu decorata dai soldati inglesi dopo la Liberazione di Forlì del novembre 1944. Le due ospiti sono state omaggiate con un piccolo quadretto-ricordo dell'Aperitiro.

 

Per tutte le foto, consultare la galleria sulla pagina facebook del Tiro a Segno

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.