24 febbraio 2015 - Forlì, Cesena, Società

Affitti in calo in tutta la regione

A Ferrara e Forlì i canoni più bassi

EMILIA ROMAGNA - Canoni di locazione in calo del 7,2% nell’ultimo anno in Emilia-Romagna ma mentre a Rimini, Bologna e Ravenna i prezzi hanno tenuto, a Parma e Reggio Emilia i cali sono stati a doppia cifra.
 
A registrare questi dati è Solo Affitti, franchising immobiliare cesenate, specializzato nelle locazioni presente con 300 agenzie in Italia e 40 in Spagna.
 
Il capoluogo di provincia con i canoni medi più elevati è Rimini, anche per via delle locazioni turistiche. Dai quasi 600 euro dello scorso anno siamo scesi ai 577 euro di quest’anno. Nel 2014 era Parma la città con gli affitti più alti ma negli ultimi dodici mesi i prezzi sono diminuiti di oltre 13 punti percentuali, il calo più alto tra le città emiliano-romagnole insieme a Reggio Emilia (-12%).
 
Ferrara con 414 euro al mese e Forlì con 429 euro risultano avere, secondo le rilevazioni di Solo Affitti, i canoni medi più bassi tra i capoluoghi di provincia della regione.
 
I nuovi contratti di affitto in Emilia-Romagna ormai vengono stipulati quasi esclusivamente con la cedolare secca (88%), spesso associata alla forma contrattuale a canone concordato, che viene utilizzata in più di 6 casi su dieci.
 
Bologna è ormai la prima città italiana per l’utilizzo del canone concordato. Più di 8 nuovi contratti su 10 (83%) vengono stipulati con la preferenza per il regime fiscale a cedolare secca, che, se associato al canone concordato, permette ai proprietari degli immobili di pagare la metà delle tasse (aliquota fiscale 10%, contro il 21% in caso di contratto a canone libero) e, al contempo, consente agli inquilini di ottenere canoni più bassi rispetto a quelli di mercato.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.