11 febbraio 2015 - Forlì, Cronaca, Politica

Sacrario dei caduti per la resistenza, Candido (Prc) è furioso

"Affisso un cartello, con scritte deliranti e false, contro i Partigiani"

FORLI' - "Dopo la provocazione, deliberata ed evidente, di sabato sera, avvenuta con la complicità delle forze dell’ordine che hanno consentito che si svolgesse una manifestazione dichiaratamente fascista davanti al Sacrario dei Partigiani, ieri è stato affisso, addirittura sul muro che ricorda i martiri per la Liberazione di Forlì dal nazifascismo, un cartello, con scritte deliranti e false, contro i Partigiani". Lo riporta il segretario del Partito della Rifondazione Comunista di Forlì,  Nicola Candido che documenta anche fotograficamente il fatto.

 

A fianco del cartello è stata deposta anche una corona d’alloro, "con tanto di firma Fratelli d’Italia - sottolinea Candido - Si è passati, quindi, dalla violazione simbolica dei luoghi della memoria e della Resistenza all’imbrattamento delle lapidi e allo sfregio materiale del Sacrario".
Non si risparmia critiche Candido che depreca questo gesto arrivando a definire gli autori del gesto simbolico "teppisti della destra nostalgica"

Per Candido e per tutta Rifondazione Comunista si tratta di un gesto estremamente grave e il segretario di Rifondazione ritiene che si tratti di una vera e propria violazione della costituzione.
"Purtroppo, di fronte a questa escalation, iniziata con l’apertura di Casa Pound a Forlì - aggiunge l'esponente del Partito della Rifondazione Comunista di Forlì - le Istituzioni locali sono inermi e inconsistenti, le forze dell’ordine e il Prefetto, invece, fanno finta di non accorgersi di nulla e lasciano mano libera alle provocazioni e agli imbrattamenti".

"In questo clima e di fronte a questi avvenimenti così gravi chiediamo a tutti gli antifascisti di Forlì e della provincia di mobilitarsi in difesa della Costituzione affinché questi episodi vengano immediatamente fermati e non si ripetano più - volge così alla conclusione Candido - Inoltre, chiediamo al Sindaco e all’Amministrazione comunale di convocare il prima possibile un Consiglio Comunale straordinario e aperto ai cittadini e alle forze politiche e sociali della città, per assumere tutte le misure possibili affinché, nell’anno del 70° Anniversario della Liberazione d’Italia, anche la città di Forlì sia liberata dalle prepotenze e dalle provocazioni dei fascisti".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.