7 febbraio 2015 - Forlì, Cronaca

Tensione in piazza Saffi, Casa Pound manifesta di fronte al sacrario dei morti per la resistenza

Contromanifestazione davanti al Palazzo delle Poste, la Polizia tiene a distanza le parti

FORLI' - Carlo Sarpieri temeva il peggio e così è stato: oggi pomeriggio in piazza Saffi si è tenuta una manifestazione organizzata da Casa Pound in ricordo dei caduti delle foibe.

 

Una scelta fortemente criticata nei modi e nei principi e a tal proposito Sarpieri sottolinea: “Un’organizzazione che inneggia al fascismo movendosi contro le norme di legge e contro la Costituzione nata dalla Resistenza”. Il problema non è archiviato come una semplice preoccupazione o presa di posizione ma anzi, il presidente del comitato provinciale di Forlì Cesena dell’Associazione Nazionale Partigiani rilancia: “Come ANPI ancora una volta ci chiediamo come sia possibile autorizzare simili manifestazioni che feriscono il diffuso sentimento di una comunità provinciale insignita della medaglia d’oro al valor civile”.

 

La manifestazione messa in piedi da Casa Pound  in piazza Saffi, arriva  proprio nella giornata mondiale contro il terrorismo, la guerra e la violenza e ad una manciata di giorni (solo 3) dal Giorno del Ricordo delle Foibe, terribile vicenda che costrinsero centinaia di migliaia di italiani, abitanti dell’Istria, Fiume e della Dalmazia a lasciare le loro case, riaccende gli animi.

Al momento non si sono registrati scontri o tafferugli, ma la polizia sta presidiando il cuore della città per evitare che i manifestanti e i contromanifestanti, a cui ricordiamo, l’ANPI non ha aderito,  non entrino in contatto, in nessun modo.

I militanti di Casa Pound hanno esposto uno striscione davanti al monumento ai caduti posto sotto il chiostro di San Mercuriale.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.