21 gennaio 2015 - Forlì, Società

I vini romagnoli incontrano la grande arte a Bologna e a Mantova

il sangiovese e l’albana bagneranno l’inaugurazione dell’allestimento realizzato dall’artista milanese Luca Bertolo

BOLOGNA - Il vino è un’opera d’arte al pari di quadri, sculture e altre opere d’ingegno, perché richiede creatività, studio e capacità di estrarre l’anima migliore dalle materie prime a disposizione. Ne è convinta Tenuta Diavoletto di Bertinoro, che nei prossimi giorni legherà le proprie etichette a due importanti appuntamenti espositivi in programma nelle città di Bologna e Mantova.

 

Venerdì 23 gennaio l’azienda vitivinicola romagnola sarà ospite sotto le due torri in occasione della giornata di apertura di “Art City Bologna”, che sotto l’egida del Comune e di Bologna Fiere proporrà durante l’atteso week-end di Arte Fiera originali esplorazioni in gallerie, atelier e altri luoghi culturali, dando vita a un museo diffuso capace di coinvolgere l’intero contesto urbano. All’interno degli spazi dell’AtelierSì, in via San Vitale 69, venerdì sera, alle ore 18, il sangiovese e l’albana di Bertinoro bagneranno l’inaugurazione dell’allestimento realizzato dall’eclettico artista milanese Luca Bertolo in collaborazione con gli alunni della scuola elementare Guido Reni. Arte visiva e vino di Romagna dialogheranno tra loro grazie alla presenza del giovane titolare di Tenuta Diavoletto Maximilian Girardi, che racconterà le peculiarità della produzione enologica di Bertinoro e il progetto della sua cantina premiata all’ultima edizione del Merano Wine Festival. I vini romagnoli saranno proposti anche nelle due serate successive in occasione della presentazione degli altri allestimenti artistici

 

Il connubio tra arte e i vini di Tenuta Diavoletto si rinnoverà due settimane più tardi a Mantova, dove presso le Fruttiere di Palazzo Te è in corso la mostra “Mirò. L’impulso creativo” con oltre cinquanta opere del grande artista catalano. Partendo dall’opera “La bottiglia di vino” dipinta nel 1924 dal pittore surrealista e dall’omonima opera realizzata l’anno successivo da Pablo Picasso, venerdì 6 febbraio al Caffè 56 di corso Garibaldi le etichette “Primipassi”, “A.Mare”, “Cinquecento” e “Note blu” di Tenuta Diavoletto saranno messe a confronto tra loro durante una serata molto speciale in cui i partecipanti saranno chiamati a ritrovare le diverse caratteristiche dei vini nelle opere dei due grandi artisti.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.