12 gennaio 2015 - Forlì, Politica, Società, Sport, Bar Sport

Fulgor, per Fabrizio Ragni (Forza Italia) è colpa del Comune

“L'Amministrazione Balzani permise di accumulare debito enorme”

FORLÌ. “Il Comune di Forlì ha evidenti colpe per il debito accumulato dalla FulgorLibertas. Ora si faccia di tutto per recuperare questi soldi”. Ad affermarlo è Fabrizio Ragni, responsabile provinciale e capogruppo in consiglio comunale di Forza Italia. Ragni ha presentato un question time sul tema in consiglio comunale. “La società sportiva FulgorLibertas – afferma – versa in un irreversibile stato di decozione che ha comportato il ritiro della prima squadra dal campionato di basket di serie A2 Gold. Tale società utilizzava da numerosi anni il PalaFiera come campo di gioco e di allenamento ed ha maturato un debito considerevole (oltre 100 mila euro) per canoni dovuti a tale titolo ma non pagati; fonti autorevoli riferiscono che la società sportiva in questione per tale ragione avrebbe addirittura emesso assegni poi risultati privi di copertura. Per questo chiedo quali iniziative siano state ad oggi intraprese nei confronti della FulgorLibertas al fine di recuperare le considerevoli somme dovute e quali siamo le reali prospettive di rientro da parte della stessa”. Aggiunge Ragni: “Le responsabilità delle ultime amministrazioni comunali sono evidenti. Quella di Roberto Balzani ha permesso alla società sportiva di accumulare un debito di enorme entità nei confronti dell’ente Fiera e quindi del Comune stesso che ne detiene il 30% delle azioni; quella di Davide Drei ha agito come al solito in perfetta continuità. Troppo tardi ci si è accorti delle criticità cercando un contatto con la nuova proprietà della FulgorLibertas. Bisognava intervenire subito, in estate, a cambio di proprietà appena avvenuto. Spiace dirlo, ma l’epilogo che si è verificato poche settimane fa, con l’esclusione di Forlì dal campionato, era annunciato. Il Comune, proprietario del PalaFiera, è stato troppo morbido concedendo inutili proroghe. Per quale motivo? La verità è che non è stato fatto il possibile per recuperare il credito, fatto gravissimo visto che parliamo anche di soldi pubblici. Si faccia il necessario adesso, anche se con il rischio che possa essere già troppo tardi”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.