19 novembre 2014 - Forlì, Cesena, Società

Università, L’Emilia Romagna è la regione con più studenti da altre regioni

Dato emerso durante lancio Wapp-Er, progetto di Regione e Aster

EMILIA ROMAGNA - L'Emilia-Romagna ha il maggior numero di studenti universitari provenienti da altre regioni italiane. Il dato è emerso in occasione del lancio di Wapp-Er (What's APPrenticeship in Emilia-Romagna), un progetto di Regione Emilia-Romagna e Aster (consorzio regionale per l'innovazione e la ricerca industriale) che promuove l'utilizzo del contratto di Apprendistato di Alta Formazione e Ricerca.

Il 42% degli studenti iscritti nelle università emiliano romagnole proviene da altre regioni italiane soprattutto da Veneto (7%), Puglia (6%), Lombardia (5%), Marche (4%) e Sicilia (4%). Sugli stessi livelli dell'Emilia-Romagna anche l'Abruzzo e il Molise dove, però, pesa il fattore geografico: i fuori sede arrivano soltanto dalle regioni limitrofe. Le regioni più popolose con grandi università hanno, invece, una percentuale di iscritti fuori sede molto più bassa rispetto all'Emilia Romagna.

Il Lazio trainato dagli atenei della Capitale si attesta al 32%, la Toscana al 31% di studenti che arrivano da altre regioni, la Lombardia, con Milano, al 28%. Wapp-Er prevede una serie di incontri nelle principali provincie della regione e una nuova edizione di Turboblogging, il contest aperto a blogger, giornalisti, studenti e appassionati di new media che si sfideranno a raccontare in un post perché questo contratto è lo strumento giusto sia per le imprese che vogliono innovare e sia per la creazione di posti di lavoro di qualità. Il contest, che si terrà presso il Cnr di Bologna il prossimo 10 dicembre, è aperto a blogger provenienti da tutto il territorio nazionale che potranno inviare le proprie candidature al sito entro il 27 novembre alle ore 13.

L'apprendistato di alta formazione e ricerca è un contratto di lavoro a contenuto formativo perché alterna all'esperienza lavorativa momenti di formazione che permettono ai giovani di acquisire un titolo di studio universitario. In Emilia-Romagna grazie a questo strumento giovani tra i 18 e i 29 anni, iscritti o iscrivibili ai corsi di laurea triennale o magistrale, master di primo e secondo livello e dottorati di ricerca, anche se non residenti nella regione, possono conseguire il titolo di studio mentre sono occupati.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.