25 ottobre 2014 - Forlì, Agenda, Cultura, Società

Camera di Commercio e Comune di Forlimpopoli insieme per la valorizzazione del patrimonio storico e culturale

All'Open day della biblioteca camerale un focus sul museo archeologico della città artusiana

FORLI' - Quest’anno, nell’ambito dell’Open Day della Biblioteca Camerale, al centro dell’attenzione sarà un piccolo ”gioiello” della nostra terra: il Museo Archeologico T.Aldini di Forlimpopoli. Di recente riaperto dopo la  ristrutturazione durata alcuni mesi, il Museo si presenta in una veste completamente rinnovata che mette in risalto un patrimonio archeologico straordinario, in termini di quantità, ma soprattutto di qualità dei reperti, collocati nei suggestivi ambienti della Rocca. La direttrice Silvia Bartoli illustrerà la nuova sistemazione evidenziando i tesori esposti nelle sale.

 

E’ questo l’evento organizzato dalla Camera di Commercio di Forlì-Cesena e previsto Domenica 26 Ottobre 2014, alle 10.30, un incontro aperto a tutti dal titolo: “Dentro il territorio, il Museo Archeologico di Forlimpopoli: nuove prospettive per l’antico” (Forlì,sede Camerale, Corso Repubblica 5).

L’iniziativa, che vede insieme Camera di Commercio di Forlì-Cesena e Comune di Forlimpopoli, rientra nella prospettiva di contribuire a diffondere la conoscenza delle nostre origini, tradizioni e storia, mediante una rete culturale che coinvolge, in una proficua collaborazione, Enti ed istituzioni locali.

 

Proprio nell’ottica di mettere ricerche e studi a disposizione di un più ampio pubblico, la Camera di Commercio ha affidato al Museo “T. Aldini” gli originali di oltre 100 tavole contenenti rilevazioni sugli insediamenti rurali della vallata del Bidente, commissionate dalla Camera stessa negli anni ’80 e realizzate dagli architetti Nazario Arrigoni, Giordano Conti, Delio Corbara, Carlo Lazzari, Patrizia Tamburini, Renzo Tani, Carlo Verona. Le tavole sono state tutte digitalizzate e inserite sul sito camerale per una agevole lettura da parte di chiunque fosse interessato. L’apporto innovativo di tale studio è riportato nelle premesse alle tavole stesse che mettono in evidenza come “il carattere distintivo di un territorio sia la “continuità”: le strutture si sviluppano secondo una processualità che vede l’organico sovrapporsi di ogni nuova fase di crescita su quelle precedenti. Questo significa  che a livello territoriale non avviene mai la cancellazione di quanto prodotto. Le preesistenze, anzi, costituiscono le matrici di ogni successivo sviluppo…”.

 

Nell’occasione, la Biblioteca camerale è aperta e nei suoi locali sarà possibile consultare l’archivio storico del Registro Ditte 1911-1925; saranno disponibili gratuitamente copie di alcune delle più significative pubblicazioni edite dalla Camera di Commercio nel tempo.

 

Continua la collaborazione, per la conoscenza e valorizzazione anche del patrimonio ambientale, con il Gruppo Micologico Forlivese “Antonio Cicognani” di Forlì, che ha curato nella Sala Borsa della Camera di Commercio la “Mostra del Fungo città di Forlì”, interessante esposizione delle tipicità del nostro Appennino La mostra sarà aperta Sabato 25 ottobre (orario 15.00-19.00) e Domenica 26 ottobre (orari 10.00-12.00 / 15.00-19.00)

 

Programma dell’incontro di domenica 26/10/2014

Ore 10.30

Saluti di apertura:

Alberto Zambianchi - Presidente Camera di Commercio Forlì-Cesena

Mauro Grandini - Sindaco del Comune di Forlimpopoli

Intervento:

Silvia Bartoli - direttrice del Museo Archeologico “T. Aldini” di Forlimpopoli

Durante l’incontro l’Arch.Patrizia Tamburini illustrerà brevemente il contenuto delle tavole.

 

Con una dotazione di oltre 29.000 volumi la Biblioteca dell’Ente raccoglie materiale riguardante il territorio in tutti i suoi aspetti: dall’agricoltura all’industria, dall’urbanistica all’ambiente, dall’artigianato al turismo, dalla storia locale all’arte; di particolare interesse i “Bollettini” che la Camera pubblicò a partire dal 1901 e che documentano l’evoluzione della realtà provinciale attraverso i diversi periodi e i tanti avvenimenti. Volumi di storia e teoria economica, giurisprudenza, statistica, nonché circa 400 riviste specializzate e banche dati completano le raccolte a disposizione del pubblico. La Biblioteca Camerale è collegata al Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN)- Polo delle Biblioteche di Romagna e San Marino, la rete delle biblioteche italiane promosso da Ministero dei Beni Culturali e Ambientali, Regioni e Università. E’ possibile agli utenti consultare on line i cataloghi delle biblioteche collegate, accedendo dal sito http://opac.provincia.ra.it.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.