10 ottobre 2014 - Forlì, Cronaca, Brevi, Società

Botte alla moglie, arrestato pregiudicato

FORLÌ. Picchia la moglie, lei scappa a piedi e si rifugia nella Caserma dei Carabinieri. E per il marito, un pregiudicato, scattano le manette con le accuse di maltrattamenti in famiglia, ingiurie, minacce e lesioni personali. Il fatto è avvenuto ieri sera. Ora l'uomo si trova rinchiuso nel carcere di Forlì.

I fatti. Trentotto anni lui, trentasette lei. Una serata passata con alcuni amici. Poi, rincasando, lui, operaio, pregiudicato, comincia a dare di matto, forse in preda a esaltazione alcolica. Inizia a insultare la moglie, poi dalle parole si passa ai fatti. Botte, calci, pugni. E lei scappa. Scappa da casa alla vicina Caserma dei Carabinieri, che per fortuna dista poche centinaia di metri. Qui la accolgono i militari, che riscontrano sul suo corpo vistose abrasioni al labbro, al naso ed al ginocchio con fuoriuscita di sangue. E non era la prima volta, come è facile immaginare: visitata successivamente dalla guardia medica, le vengono riscontrate anche ecchimosi preesistenti. La donna è stata comunque giudicata guaribile in cinque giorni.

I precedenti. Non era la prima volta, si diceva, che l'uomo se la prendeva con la moglie. Sentita dai Carabinieri, la donna ha raccontato di altri episodi di violenza simili. E già in passato i militari erano intervenuti presso la loro abitazione a seguito di richieste di aiuto della donna.

 

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.