Cgil in presidio davanti al Teatro Fabbri per l'arrivo del Ministro Poletti

FORLI’ – Domenica 5 ottobre, in occasione della Settimana del Buon Vivere, al Teatro Diego Fabbri arriverà il Ministro Poletti.

 

In tale occasione la CGIL di Forlì ha organizzato un presidio dalle ore 16,00 davanti al Teatro in Corso Diaz per manifestare il dissenso nei confronti “del brutale attacco alle tutele dei lavoratori come il superamento della protezione in caso di licenziamento ingiusto prevista dall’art. 18, il controllo a distanza tramite la video-sorveglianza sull’attività lavorativa e la possibilità di ridurre la paga dei lavoratori indipendentemente dalla loro professionalità”, si legge in una nota inviata alla stampa locale della Cgil.

 

Per il sindacato quello che il Premier Renzi e il suo Governo raccontano è falso: “Non è vero che togliendo i diritti si crea occupazione; non è vero che la produttività aumenta, anzi si mortificano professionalità ed esperienza dequalificando la produzione ed il lavoro; non è vero che questa proposta estende diritti a chi non li ha, ma si rendono tutti i lavoratori più servili”, ribadiscono dal sindacato.

 

Il sindacato ribadisce a livello lcale quello che il segretario Camusso a livello nazionale sta dichiarando da settimane. Per la Cgil è infatti prioritario cambiare la legge Fornero che impedisce l’accesso al lavoro ai giovani, così come sono fondamentali investimenti pubblici e privati per creare una nuova occupazione.

Un altro passo da fare per cambiare il sistema lavoro in Italia è realizzare di un complesso di ammortizzatori sociali universali e inclusivi ed infine, ma non in ordine di importanza eliminare le forme di assunzione che producono precarietà, privilegiando li contratto a tutele crescenti a tempo indeterminato con pieno riconoscimento delle tutele previste in caso di licenziamento.

 

La Cgil domani cercherà di intercettare Poletti e tutti i cittadini per raccontare tutto questo, ancora una volta.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.