15 settembre 2014 - Forlì, Cesena, Economia & Lavoro

Google e Camera di Commercio promuovono il Made in Italy

Specialisti di digitalizzazione aiuteranno le aziende ad espandere il proprio mercato grazie al web

FORLI' / CESENA - Camera di Commercio e Google sostengono il made in Italy. Per il secondo anno consecutivo.

 

Le due realtà collaboreranno per promuovere la cultura dell’innovazione digitale, elemento oramai imprescindibile per le piccole e medie imprese che solo attraverso la rete e l’innovazione possono scoprire nuovi mercati e resistere all’imperante crisi economica.

Ben 107 giovani, formati da Google e Unioncamere, saranno ospitati per sei mesi in 52 camere di commercio di tutta italia. Qui gli specialisti in digitalizzazione porteranno avanti attività di sensibilizzazione e supporto alle imprese del territorio per aiutarle a creare o sviluppare la propria presenza online, sfruttando così le opportunità offerte da Internet per far conoscere in tutto il mondo le eccellenze del Made in Italy.

 

Elisa Baldini, ravennate di 28 anni, laureata in Lingua, società e comunicazione all’Università degli Studi di Bologna, e Vincenzo Tiani, cesenate di 27 anni, laureato in Giurisprudenza all’Università di Bologna con tesi in Diritto di Internet, sono i due giovani scelti per favorire la digitalizzazione delle imprese del settore agroalimentare e turistico all’interno del territorio della Camera di Commercio di Forlì-Cesena.

Il focus di quest’anno sarà sul settore agroalimentare e turistico. Una volta raccolte le manifestazioni di interesse delle imprese, le aziende saranno passate al selezionare chi poi beneficierà del supporto di questi esperti.

 

 

Secondo recenti studi, al crescere del livello di maturità digitale, corrisponde un aumento della percentuale di imprese che fanno export, aspetti che si ripercuotono anche sui fatturati. Il web è in grado di offrire alle aziende che investono, un ritorno pari al 39% del fatturato.

Nonostante questo dubbi e perplessità sono ancora consistenti, tanto che il gap tra le nostre produzioni di qualità e la loro presenza online è fortissima.

 

Stando ai dati della Camera di Commercio, tra le Pmi manifatturiere, la stragrande maggioranza ha un proprio sito web ma solo il 16% fa attività di e-commerce.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.