4 luglio 2014 - Forlì, Cronaca, Società

Ennesima piantagione di cannabis scoperta in casa

FORLÌ. Forlì città sempre più “verde”: ai giardini pensili e agli orti sui balconi, si è aggiunta, in alcuni forlivesi, da qualche tempo, anche la passione per la cannabis coltivata in casa. Una passione pericolosa, tuttavia. Non si contano, infatti, i casi in cui le piantagioni vengano scoperte dalle Forze dell'Ordine, con conseguenze più o meno pesanti per gli “agricoltori”. L'ultimo caso, ieri mattina: i Carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Forlì hanno arrestato nella tarda due giovani forlivesi, D.M. e V.V., conviventi, rispettivamente di trenta e ventotto anni, per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti, del tipo cannabis indica, da cui si ricava la comune marijuana. Ai due è stata inflitta, a seguito di patteggiamento, una pena a dieci mesi e novecento euro di multa, per il primo, e a sei mesi con la condizionale e seicento euro di multa, per il secondo.

All'interno dell'abitazione dei due soggetti sono state trovate otto piante di cannabis, con un’altezza variabile dai 40 ai 70 centimetri. Una volta recise, le piante, sottoposte ai primi accertamenti, sono risultate avere un peso di 475 grammi. A seguito della perquisizione, sono stati rinvenuti un bilancino di precisione, una dose di circa mezzo grammo di marijuana e un flaconcino da 40 millilitri di metadone, parzialmente usato. Il metadone era nella disponibilità di uno dei due, in quanto utente del Sert.

 

Per i precedenti, consultare i link 1, link 2 e link 3

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.