24 giugno 2014 - Forlì, Cultura, Società

L'Anap boccia le nuove tariffe dei musei, "penalizzano gli anziani"

Dal primo luglio prossimo scompare la gratuità per gli over 65

FORLI' - La novità sulle tariffe e gli orari per l’accesso al patrimonio artistico-culturale custodito nelle gallerie statali, introdotta con decreto, dal ministro della Cultura Dario Franceschini, "è una vera e propria inversione del sistema culturale del nostro Paese": questa la posizione di Anap (Associazione Nazionale Anziani e Pensionati di Confartigianato), che a seguito delle novità introdotte dal dicastero sulle modalità e i tempi di accesso alle bellezze custodite nei musei italiani, protesta formalmente.

 

Dal primo luglio prossimo scompare la gratuità per gli over 65; entreranno gratis solo i ragazzi fino a 18 anni e ci saranno riduzioni sul biglietto per i giovani fino ai 25.

L'Anap evidenzia come la fine della accesso gratuito per gli over 65 non sia frutto di un’equa considerazione della fascia di età anziana. Proprio gli ultrasessantacinquenni pagano il prezzo più alto dovendo barcamenarsi tra spese lievitate a causa della crisi economica e redditi sempre più esigui.

 

La rivoluzione introdotta da Franceschini prevede, inoltre, l’ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese e due “Notti dei musei” a un euro nel corso dell’anno, oltre a un’apertura serale, tutti i  venerdì.

 

"È giusto investire sulle bellezze museali dell’Italia ed è senza dubbio importante tutelare il patrimonio artistico e culturale, ma non è corretto che per agevolare e sostenere la ripresa economica del Paese siano penalizzati gli anziani, impedendo loro, di fatto, di accedere a luoghi di promozione culturale proprio con l’introduzione di una ulteriore spesa d’accesso", commentano dall' Anap che auspica a questo punto un passo indietro del Ministro perchè si riprenda in considerazione la tutela delle fasce più deboli della popolazione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.