23 giugno 2014 - Forlì, Cronaca, Società

Falsi operatori di Hera, il fenomeno dilaga

Numerose le segnalazioni arrivate alla squadra Volante della Questura di Forlì

FORLI' - Hanno tra i 40 e i 45 anni e si fingono operatori di Hera: questo il sintetico identikit dei falsi addetti della multiutility, segnalati alle forze dell’ordine, che in questi giorni pare stiano battendo palmo a palmo il quartiere Ronco, Cava e Porta Ravaldino.

 

Il modus operandi dei malfattori è sempre lo stesso: si fingono operatori cercano di guadagnarsi la fiducia degli utenti, spesso anziani, entrano nelle abitazioni e con una scusa distraggono i padroni di casa per fare incetta di denaro e preziosi.

 

Il tutto avviene in pochi minuti: magari i falsi operatori chiedono agli utenti di presentargli una vecchia fattura e quando le vittime si allontanano i malfattori fanno man bassa di tutto ciò che di valore balza alla loro attenzione, poi con una scusa, cercano di allontanarsi in fretta dall’abitazione. Quando i malcapitati si rendono conto di quanto è accaduto, ormai è troppo tardi e il danno è fatto.

 

Gli agenti della squadra Volante hanno raccolto numerose segnalazione e gli uomini della Questura di Forlì Cesena sono ora sulle tracce dei due finti dipendenti di Hera.

La multiutility più volte si è detta estranea a queste scorribande che si sono fatte col tempo sempre più frequenti e proprio per tale motivo l’azienda ha invitato i cittadini a diffidare e prestare la massima attenzione.

 

Hera invita dunque i propri clienti a segnalare direttamente i casi sospetti al numero verde aziendale 800-999500 (con chiamata gratuita da rete fissa), attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e al sabato dalle 8 alle 13, (da cellulare 199.199.500, numero non gratuito) e alle autorità competenti chiamando il 112 o 113.

 

Il problema delle truffe, soprattutto a scapito di anziani, costituisce infatti un problema diffuso a livello nazionale e per questa ragione anche la Polizia di Stato ha dedicato da tempo iniziative mirate alla prevenzione e all'informazione, che possono essere consultate sul sito della Polizia di Stato (www.poliziadistato.it).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.