10 giugno 2014 - Forlì, Fotonotizie, Cronaca, Brevi, Società

Giovani musicisti tedeschi improvvisano concerto sotto i portici, interviene la Municipale

Il soprano Wilma Vernocchi: “Assurdo!”

FORLÌ. Un momento di poesia. Raro e intenso. Ma anche allegro, raggiante, festoso. Ha suscitato sorrisi, applausi e incoraggiamenti il piccolo concerto allestito, questa mattina, intorno a mezzogiorno, dai ragazzi della scuola di musica “Westlicher Hegau” sotto i portici di piazza Saffi, all'incrocio con corso Diaz. Nulla avrebbe potuto rovinare quel momento magico. Nulla eccetto il lungo braccio della legge. O, meglio, della burocrazia.

La Westlicher Hegau, formata da diciannove ragazzi tedeschi di età compresa tra quattordici e ventun anni e dal Maestro Thomas Dietrich, non ha infatti chiesto in Comune i permessi per esibirsi e per l'occupazione del suolo pubblico. La Polizia Municipale si avvicina, così, al gruppetto di giovani musicisti, attorno ai quali si è raccolta una piccola folla che plaude a quel consesso così spensierato e inusuale. I vigili, pur con molta discrezione, fanno capire al gruppetto che lì, senza le necessarie autorizzazioni, non si può stare e sostare. A sostegno dei ragazzi tedeschi si schiera la folla, che rimprovera alla Municipale un eccesso di solerzia, in contrasto, invece, con un certo “lasseiz-faire” nei confronti delle vere fonti di degrado del centro storico: schiamazzi, danneggiamenti, eccetera.

Allo sgombero forzato, che sarebbe stato oltremodo paradossale, non ci si arriva neanche: i musicisti della Westlicher Hegau levano le tende prima di creare imbarazzo alla cittadinanza e alla Polizia Municipale. C'è da capirli: ordinati, puliti, festosi, eppure trattati come accattoni comuni. Giunge sul posto anche un'impiegata comunale, che spiega con, calma e metodo, le procedure per le autorizzazioni. Ma è tardi, gli strumenti sono già nelle custodie.

Assurdo! Vuole il caso che si trovi a passare di lì il soprano Wilma Vernocchi, che solidarizza col pubblico e coi musicisti. Si reca, invitata da una giornalista presente sul posto, in Municipio, dove si sta tenendo una conferenza stampa per la presentazione dell'apertura eccezionale del Museo del Teatro Romagnolo in occasione delle serate di Forlì nel Cuore. Il soprano si rivolge direttamente al sindaco Drei, sottolineando l'assurdità di tutta la situazione: “Sa, signor sindaco, perchè siamo incattiviti? Perchè in questa piazza, dove purtroppo sappiamo cosa succede la sera o anche il giorno, è vietato fare musica o perlomeno ci vogliono dei permessi speciali”. La questione è rimasta in sospeso, ma il sindaco Drei incontrerà il soprano Wilma Vernocchi previo appuntamento.

 

Per tutte le foto dell'esibizione della Westlicher Hegau, consultare la galleria su facebook

 

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.