3 giugno 2014 - Forlì, Cronaca, Società

Tornelli al Parco Terme, le precisazioni di Enea Pretolani

CASTROCARO. Terza puntata della questione riguardante i tornelli del Parco Terme: dopo l'articolo di denuncia di due giorni fa e la nota diffusa dai gestori del Parco Termale di ieri, il signor Enea Pretolani, vittima del malfunzionamento del tornello, si è messo in comunicazione con la nostra Redazione per aggiungere alcuni particolari che completano il quadro.

 

Signor Pretolani, si può dire che Lei sia un'autorità, a Castrocaro, in materia di barriere architettoniche?

Sono consulente dell'ufficio tecnico del Comune e dell'Assessorato ai lavori pubblici. Il sindaco di Castrocaro mi ha dato l'incarico di verificare tutte le barriere architettoniche per tutto quello che ha a che fare con la disabilità.

Vuole aggiungere qualcosa a quanto affermato dai gestori del Parco?

Non sono proprio soddisfatto della risposta. Secondo quello che dicono le Terme, pare che sia io quello che non ha capito come si entra. Invece c'era anche il vicesindaco e, quindi, eravamo almeno in due a non aver capito come si usciva. Bisognava appoggiare la mano per far aprire la porta, ma non c'era scritto da nessuna parte. E come non l'ho capito io, non l'ha capito neanche il vicesindaco.

Nell'articolo apparso ieri, però, è riportata la frase, a Lei attribuita “Sono impressionato dalla solerzia di quest'azienda”.

Certo, certo, perchè sono stato contattato immediatamente da un tecnico delle Terme, che mi ha detto che avevano lavorato attorno a questo tornello per tutta la notte. Va benissimo. Tanto di cappello. Però, dall'articolo sembra che problemi non ce ne siano stati. Invece non è così. Non sto dicendo che il tornello non funzionasse, ma che, nonostante la sagoma della mia carrozzina sia piuttosto ingombrante, la fotocellula non mi ha visto.

Sinteticamente, possiamo dire che c'è stato un errore di comunicazione, perchè il tornello ora funziona.

Il tornello ha sempre funzionato. Ma non veniva spiegato come. Bisogna passare una mano davanti alla cellula fotoelettrica. Ma arrivando semplicemente lì vicino con una carrozzina come la mia, si rimane chiusi dentro, perchè il tornello non si apre. All'uscita, ovviamente, perchè all'ingresso basta mettere i due euro e si entra subito. Lo sportellino in cui inserire i due euro è in bella vista, mentre non si capisce bene come si debba fare a uscire.

 

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.