31 maggio 2014 - Forlì, Cronaca

Cercano di fuggire all'estero con il figlio, bloccati a Fiumicino

I servizi sociali hanno disposto l'allontanamento del minore

FORLI' - I Carabinieri della Compagnia di Forlì, coordinati dal Capitano Gianluigi Di Pilato, agendo tempestivamente e sinergicamente, sono riusciti ad evitare che una donna cubana eludesse il provvedimento disposto dal Tribunale per Minori dell’Emilia Romagna di Bologna con il quale si disponeva l’affidamento temporaneo ad una struttura protetta del figlio minore, provvedimento che tra l'altro vieta l' espatrio senza il consenso degli operatori affidatari.

 

La disposizione nasce, come detto, dal Tribunale di Bologna che ha rilevato una “situazione pregiudizievole” per il minore sulla base di quanto relazionato dagli operatori sociali circa lo stile di vita condotto nell’ambito domestico, ritenuto "non idoneo rispetto alle esigenze di crescita". La madre aveva manifestato la volontà di rientrare nel Paese di origine e secondo le autorità non si sarebbe adoperata per garantire al figlio gli strumenti necessari alla sua evoluzione.

 

Nel pomeriggio di mercoledì scorso, i Carabinieri di una Stazione del comprensorio di Forlì, sono stati informati dagli assistenti sociali del luogo, incaricati di provvedere a collocare il bimbo di circa nove mesi presso una struttura protetta, della mancata esecuzione del provvedimento a seguito dell’allontanamento della madre e del figlio, avvenuto dopo che le era stata comunicata la decisione di separarla dal figlio.

Con la scusa di dover far mangiare il piccolo, nonostante nello stesso provvedimento fosse data facoltà alla stessa di poter essere collocata in ambito protetto assieme al figlio, la donna si è allontanata facendo perdere le proprie tracce.

 

La donna, trentenne cubana, disoccupata, aiutata dal proprio compagno, si è data alla macchia.

 

Immediatamente i Carabinieri  hanno diramato la segnalazione ed avviato le ricerche del caso in ambito nazionale, intraprendendo tutta una serie di attività anche  tecniche, concordandole con la Procura della Repubblica di Forlì, finalizzate alla localizzazione della donna.

 

Dopo essersi messi sulle loro tracce, all’indomani, i Carabinieri hanno trovato la mamma fuggitiva a Fiumicino e, con l’aiuto dei Carabinieri della Compagnia dell’aeroporto Roma-Fiumicino, l'hanno bloccata mentre era in attesa dell’imbarco per un volo diretto a Cuba.

 

Gli stessi militari hanno provveduto ad affidare il minore al personale preposto dei servizi sociali del luogo per poi essere condotto presso la struttura già individuata dall’A.G. di Bologna.

 

La donna ed il suo compagno sono stati deferiti in stato di libertà per i reati di sottrazione di minore e mancata esecuzione dolosa del provvedimento del  giudice

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.