28 maggio 2014 - Forlì, Economia & Lavoro

Caso Copua, durissime reazioni dal movimento cooperativo

Si valuta anche la possibilità di espellere l'azienda dalle basi sociali

FORLI' - La vicenda della cooperativa COPUA ha prodotto durissime reazioni da parte del movimento cooperativo provinciale. Il sistema cooperativo ha più volte espresso alla dirigenza, ai soci dell'azienda e alle istituzioni l'inaccettabilità dell'atteggiamento assunto nei confronti dei lavoratori e della comunità dai vertici della cooperativa.

 

Le Centrali Cooperative, aderenti all'ACI, sin da subito impegnate in questa vicenda, stanno utilizzando e utilizzeranno tutti gli strumenti a loro disposizione, inclusa la possibilità di espellere COPUA dalle proprie basi sociali, nel caso in cui l'azienda non dovesse recedere dai dannosi comportamenti assunti in questa occasione, comportamenti che nulla hanno a che vedere con i principi base della cooperazione.

 

"Accogliamo quindi fin d'ora l'invito delle Organizzazioni Sindacali, con cui stiamo lavorando in sinergia sin dalla prima ora di questa grave crisi, ad aprire un tavolo di confronto sulla situazione emersa anche al fine di prendere le distanze da coloro che non applicano i principi fondanti della cooperazione - si legge in una nota diffusa dalla centrale delle cooperative - Tavolo che diventa necessario allargare anche ad altri Enti e Istituzioni al fine di presidiare in maniera sinergica la situazione di difficoltà".

 

"Sostenere la buona cooperazione significa anche valorizzare le imprese legate al territorio e superare, negli appalti pubblici, la pratica del massimo ribasso, reale o troppo spesso celato nella proposta economicamente più vantaggiosa. Pratica, questa, incoerente rispetto al progresso e, nel medio periodo, maggiormente onerosa, in quanto non rispondente agli standard di efficienza, qualità e sicurezza. Gli stessi che in questi anni sono stati richiesti come carico d'investimento alle imprese e che ora paradossalmente finiscono col penalizzarle.

 

Qui si manifesta il reale peso che si vuole attribuire allo sviluppo responsabile, che non può prescindere dal tutelare e promuovere le buone imprese e il buon lavoro che ne connotano l'identità", si chiude la nota.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.