Vis Mobility, tutti fuori dall'azienda entro il 18 maggio

I Sindacati organizzano davanti all'ex Acis di Santa Sofia, una manifestazione pubblica

FORLI’ - Questa mattina si è svolta dalle 10.00 alle 11.00 a Santa Sofia presso l’ex stabilimento Acis l’assemblea dei lavoratori della Vis Mobility e dei cassintegrati di Acis e Ciss.

 

L’assemblea è stata convocata con urgenza da FIM FIOM UILM, dal momento che ieri lunedì 5 maggio siamo stati informati dalla direzione di Vis Mobility che il curatore fallimentare di Acis e Ciss, rag Claudio Casellato, ha comunicato la risoluzione dei contratti di affitto con Vis Mobility: la data ultima per la riconsegna dei complessi aziendali sarebbe il 18 maggio 2014.

 

Questa decisione del curatore fallimentare appare incomprensibile a FIM FIOM UILM e ai lavoratori e rischia di compromettere i piani di rilancio e di reindustrializzazione degli stabilimenti e del territorio, anche dal momento che è tutt’ora in corso (con scadenza al 31 maggio 2014) l’asta per l’acquisto delle quote di Acis e Ciss, e quindi di Vis Mobility.

 

 

Oggi in Vis Mobility sono occupati circa 100 lavoratori e sono in essere importanti accordi sindacali che vincolano Vis Mobility a impegni di mantenimento dei posti di lavoro sul territorio, ad una crescita dell’occupazione nei prossimi anni e a precisi criteri di inserimento di nuovi addetti (attingendo dal bacino di precedenza costituito dai lavoratori di Acis e Ciss in cassa integrazione, circa altri 100).

 

Non ci si può in alcun modo accontentare del fatto che i lavoratori di Vis Mobility, a seguito della risoluzione del contratto di affitto di ramo d’azienda, entrerebbero nella cassa integrazione straordinaria per fallimento già autorizzata per Acis e Ciss (azienda dalle quali provengono): la fine dell’attività produttiva rischia di compromettere definitivamente la ripartenza delle attività industriali a Santa Sofia.

 

Per essere messi a conoscenza del quadro preciso della situazione, come FIM FIOM UILM abbiamo già chiesto la convocazione con la massima urgenza di un tavolo di confronto presso la Prefettura di Forlì con la presenza di tutti i soggetti interessati.

 

Per la giornata in cui sarà convocato l’incontro richiesto è indetto uno sciopero dell’intera giornata con manifestazione a Forlì dei lavoratori Vis Mobility, Acis e Ciss.

 

Nel frattempo FIM FIOM UILM, insieme ai lavoratori e alle lavoratrici, promuovono per sabato sera 10 maggio 2014, dalle ore 18.00 alle ore 20.00 davanti ai cancelli dello stabilimento ex Acis a Santa Sofia, una manifestazione pubblica a cui sono invitati cittadini, pensionati e lavoratori.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.