28 aprile 2014 - Forlì, Politica, Società

Drei presenta la lista di centrosinistra

E sul ballottaggio avverte: “Dialogo solo sul programma, non sulle poltrone”

FORLÌ. È apparso sereno e fiducioso il candidato sindaco Davide Drei, sabato mattina, alla presentazione dei candidati della lista del Partito Democratico, che si è tenuta nel quartier generale dei portici di piazza Saffi. Forte sia del largo appoggio del suo popolo alle elezioni primarie, sia di una lista di candidati con un curriculum di tutto rispetto, Davide Drei si è detto “aperto al dialogo con le forze più vicine”.

Patti chiari, amicizia lunga. Dialogo sì, ma sul programma e non sulle poltrone. Se, infatti, come già successo nell'ultima consultazione elettorale comunale, la lista di centrosinistra si trovasse nella spiacevole condizione di non dover passare al primo turno, le convergenze, ha chiarito Drei (vedi video su facebook), andrebbero ricercate sui punti programmatici e non sull'assegnazione di cariche di rilievo nell'Amministrazione Comunale. Un messaggio diretto alle forze di sinistra che, in questi mesi, stanno conducendo una campagna elettorale serrata, anche con attacchi pesanti alla lista del Partito Democratico o alle liste minori che fanno parte della coalizione. Pertanto il messaggio è: “Non importa cosa dite ora perchè la porta del dialogo è sempre aperta. Ma non vi sognate di discutere di poltrone”.

Colletti bianchi. Scorrendo la lista dei candidati della lista PD, ci si accorge subito che la componente “proletaria” è minima: perlopiù, i candidati provengono dal mondo dei professionisti, della consulenza e dal ceto impiegatizio. Una vera e propria “classe dirigente”. Professioni più tipicamente “di sinistra” si ritrovano, invece, nelle liste minori alleate. Alleati che Davide Drei, ancora una volta, ha ringraziato per l'impegno e la puntuale presenza.

“Nella lista Con Drei per Forlì ci sono i temi del lavoro e dell'ecocompatibilità ambientale. La presenza dei Verdi in quella lista” ha spiegato Drei “dimostra che si può fare economia, impresa e creare lavoro in una dimensione di qualità della vita”.

Frammentazione. Lo scisma in seno al centrodestra, con la candidatura del leghista Daniele Mezzacapo a sindaco come effetto della separazione dalla lista di Anna Rita Balzani, è l'occasione per Drei di affrontare un problema più generale. “A perderci sarà il centrodestra, certo, ma ne risentiranno soprattutto gli elettori forlivesi, perchè avere questa frammentazione di proposte, che sono frammentazioni al ribasso, non giova alla Città”. Impossibile non leggere in queste parole anche un riferimento allo schieramento di sinistra, diviso al proprio interno fra almeno tre forze principali diverse, che non hanno trovato la quadra e che si presentano anch'esse separate.

 

Per tutte le foto della presentazione dei candidati, consultare la galleria su facebook

 

Per l'estratto video che contiene la lettura dei curriculum dei candidati della lista di centrosinistra, consultare il video su facebook

 

 

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.