21 marzo 2014 - Forlì, Cronaca, Società

"Auto blu" all'asta, meglio darle alla Polizia Stradale

Nella sezione di Forlì ci sono 38 poliziotti e solo due macchine

FORLI' - Le auto blu verranno messe all’asta ma intanto sui territori, e tra questi anche su quello di Forlì, le vetture a disposizione della polizia stradale cadono a pezzi e non ci sono sufficienti risorse per ripararle.

Un evidente paradosso per più motivi: prima di tutto perché si tratta della Polizia stradale, ed una polizia che deve pattugliare le strade ed invece si trova appiedata, difficilmente riuscirà ad inseguire i malviventi. In secondo luogo nella sezione di Forlì ci sono ben 38 agenti in servizio che devono “contendersi” due automobili. Al distaccamento di Rocca San Casciano ci sono 10 poliziotti che contano sullo stesso numero di mezzi (2). Il totale del parco macchine si riassume facilmente: sette autovetture di cui due fuoristrada. Le macchine più nuove hanno ormai 100 mila km, le più vecchi hanno abbondantemente sfondato il tetto dei 300 mila.

“Pur considerando che una parte del personale viene impiegato in attività burocratica e logistica; rimane il fatto che il numero di pattuglie effettivamente messe su strada è inferiore a quelle realmente realizzabili in relazione al numero degli agenti disponibili. Ed al minimo imprevisto? Usciremo a piedi?”, si domandano giustamente dal Sindacato Autonomo di Polizia.

Gli agenti come sempre non si lamentano e garantiscono alla cittadinanza di fare il loro dovere fino in fondo,

anche a costo di dover scendere e spingere a braccia le macchine che devono guidare. La situazione tuttavia è imbarazzante e per questo motivo è stata presentata un’ufficiale richiesta per l’assegnazione di nuovi veicoli. Magari invece di mettere all’asta le 100 auto blu o di ritrovarcele su ebay forse sarebbe il caso di ridipingerle, sistemarle qualora ce fosse bisogno e dotare le forze dei territori di nuovi e necessari mezzi di trasporto per vigilare sui cittadini.

 

Enrico Samorì

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.