7 marzo 2014 - Forlì, Economia & Lavoro, Società

Dal 3 marzo al via il “Fondo per lo sviluppo”

Faciliterà l’accesso al credito da parte delle imprese

FORLI' -  E’ stato formalizzato ad inizio settimana l’accordo tra la Camera di Commercio di Forlì-Cesena, la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e l’Amministrazione comunale di Forlì, volto alla creazione di fondo di controgaranzia capace di facilitare l’accesso al credito da parte delle imprese locali, considerato il momento di particolare difficoltà che porta gli istituti di credito a chiedere l’assistenza di garanzie sui finanziamenti accesi dalle imprese e vede il sistema dei Confidi fortemento impegnato con i propri patrimoni nel sostegno al credito per le stesse.

Questo Fondo, promosso dalla Camera di Commercio di Forlì-Cesena e cofinanziato dagli altri due Enti – significativamente denominato “Fondo per lo Sviluppo” - sosterrà quindi l’accesso al credito delle imprese attraverso operazioni in controgaranzia in favore dei Confidi che garantiscono in primo grado finanziamenti attivati dalle imprese dei 15 comuni del comprensorio forlivese e dei comuni di Bagno di Romagna e Verghereto per il comprensorio cesenate.

Il Fondo conta su uno stanziamento complessivo pari a 1.300.000 euro ed è immediatamente operativo sotto la gestione della Camera e la supervisione dei partner, gestione che prevede una procedura telematica snella e rapida.

Il Fondo ha una durata di 5 anni, con ulteriore prosecuzione per le sole operazioni avviate nel periodo e fino alla scadenza dell’intervento garantito. Al fine di massimizzare l’impiego delle risorse, il Fondo ha carattere di rotatività, per permettere il riutilizzo su nuovi prestiti delle risorse rientrate in circolo da finanziamenti andati a buon fine e conclusi entro la scadenza.

La controgaranzia coprirà operazioni sia a medio/lungo termine, sia a breve per esigenze di liquidità, permettendo in questo modo di supportare i fabbisogni delle imprese che investono e si impegnano in programmi di crescita e sviluppo o che necessitano di copertura finanziaria per il capitale circolante.

Considerato il meccanismo di controgaranzie individuato, l’effetto leva che si conta di poter così attivare dovrebbe essere compreso tra i 25 e i 40 milioni di euro di nuovi possibili prestiti per le imprese del territorio.

L’intervento ha individuato, come tramite fra le imprese ed il Fondo, i Confidi operanti sul territorio, ai quali le imprese interessate possono rivolgersi per attivare le pratiche di controgaranzia.

 

Tutte le informazioni ed i contatti utili per accedere all’intervento sono consultabili sul sito della Camera di Commercio di Forlì-Cesena all’indirizzo: www.fc.camcom.gov.it, area Promozione Economica, Contributi e Finanziamenti (http://www.fc.camcom.it/promozione/documento.htm?ID_D=4737)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.