20 novembre 2013 - Forlì, Agenda, Cultura, Eventi

La nostra città è un dono che va conservato

Esperienze forlivesi di cittadinanza attiva in Sala Randi

FORLI' - L'educazione di una comunità che vuole essere sostenibile e che vuole svilupparsi nel rispetto dei beni ambientali e delle risorse naturali, si fonda sul senso civico e sul rispetto dei beni comuni. Sono tante le energie civiche che stanno emergendo nel nostro territorio, da chi si identifica e si impegna a favore della comunità e dei suoi luoghi fino a chi si prende cura dei beni comuni e delle risorse di tutti.

 

Il progetto “Città civili dell'Emilia Romagna”, promosso dalla Regione, sostiene le esperienze che si attivano nel territorio per prendersi cura della propria città. Perché la nostra città è un dono che va conservato. Per parlare delle esperienze forlivesi di cittadinanza attiva, venerdì 22 novembre, dalle ore 15 alle 18,  si terrà un incontro nella Sala Randi in Municipio (ingresso via delle Torri n.13).

 

Si porrà l'attenzione, in particolare, alla cura dei beni comuni da parte dei protagonisti della società civile e ad una nuova programmazione partecipata verso un welfare di comunità. Le esperienze saranno rilette da Vincenza Pellegrino (Università di Parma e Community Lab Regione Emilia Romagna).

 

L'evento è organizzato dal MAUSE multicentro area urbana per la sostenibilità e l'educazione ambientale, in collaborazione con il Servizio Politiche di Welfare. Introduce l’incontro l'Assessore Davide Drei. I cittadini sono invitati.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.