15 novembre 2013 - Forlì, Economia & Lavoro, Politica

L'emergenza si chiama Electrolux

Anche la Lega scende in campo e chiama in causa la Provincia

FORLI' - Non si arresta l'emorragia di aziende che - colpite dalla crisi - imboccano la strada della delocalizzazione lasciando a casa centinaia di lavoratori.

"L'emergenza oggi si chiama Electrolux" - dice in una nota il capogruppo della Lega Nord in Provincia Gian Luca Zanoni - "Il sito produttivo di Forlì conta circa 800 addetti e rappresenta una delle realtà industriali più importanti del forlivese - le voci sempre più insistenti di possibili spostamenti della produzione all'estero non lasciano presagire un rapido miglioramento della situazione."

"E' di ieri lo sciopero improvviso dei lavoratori forlivesi che temono la decurtazione dello stipendio e la chiusura improvvisa dello stabilimento" - conclude Zanoni che ha depositato un interrogazione in Provincia "per chiedere alla Giunta quali azione intenda mettere in campo per garantire i livelli occupazionali del presidio produttivo forlivese."

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.