8 novembre 2013 - Forlì, Cronaca, Società

Ciclabile in via Bolognesi cittadini "infelici e scontenti"

Dall'incontro pubblico molte critiche da parte dei forlivesi al progetto che costerà circa 250 mila euro

FORLI' – Una Sala piena, pubblico interessato e toccato “nel vivo” come si suol dire, su un argomento quello della tanto chiacchierata ciclabile pronta a sorgere in viale Bolognesi e che ha giustificato anche il taglio degli alberi. Un pubblico anche un po' polemico per l'amministrazione che si è trovata a vedersi contestare durante quell'incontro che mirava a fare chiarezza e tenutosi alla sede della circoscrizione 1, la modalità con cui è stata comunicata l'iniziativa. Secondo i partecipanti all'appuntamento, pochi sono i residenti in via Bolognesi hanno ricevuto l'informazione.

Gli assessori Rava, Bellini e Biserna più alcuni tecnici richiamando il principio di democrazia partecipata hanno presentato tre proposte di riqualificazione di via Bolognesi:

due che presentano la realizzazione di piste ciclabili su entrambe i lati della strada ed entrambe a corsia unica con il riposizionamento degli alberi e una proposta che prevede la costruzione di una sola pista ciclabile a doppio senso di circolazione.

I primi due progetti si differenziano per la gestione delle aree di sosta: una prevede la realizzazione di un parcheggio continuo, l'altro aree intervallate da aiuole.

Tra tutte le ipotesi una cosa sola è certa: gli alberi saranno ripiantati sì in Viale Bolognesi, ma solo da un lato, quello di parco della Resistenza, dato che dal lato opposto si trova la rete fognaria, un aspetto non secondario forse non preso prima d'ora in considerazione.

Il costo del progetto ammonta a circa 250 mila euro e i cittadini si sono lamentati soprattutto di questa iniziativa che toglierebbe ulteriori fondi, di conseguenza aumentando il pubblico degli scontenti, ai quartieri che avrebbero richiesto interventi ben più economici ma anche limitati.

L'obiettivo è puntato su Piazzale della Vittoria, dove esisterebbero sulla carta punti critici da superare nel raccordo tra piste ciclabili: si vagliano soluzioni alternative all'attraversamento esclusivamente pedonale per i ciclisti che proprio dal piazzale, finendo il tratto a loro dedicato, devono scendere ed attraversare a piedi per imboccare Corso della Repubblica.

Punti oscuri e tante ombre per piazzale Kennedy e viale Spazzoli presentati a detta di chi ha partecipato all'appuntamento in modo approssimativo e frettoloso, forse proprio perchè la discussione di viale Bolognesi ha acceso gli animi.

Con una scrollata di spalle i cittadini che hanno partecipato all'incontro organizzato dall'amministrazione hanno commentato gli interventi ed il dibattito, ritenendo superficiale e improvvisata la progettazione adottata; non è stata a loro parere fornita una visione di questa azione che segnerà in modo profondo e indelebile una parte significativa della città. Coma al solito c'è chi si lamenta dei costi faraonici e chi si domanda: “ma chi ha chiesto questo intervento?”

 

Enrico Samorì

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.