6 novembre 2013 - Forlì, Agenda, Cultura, Eventi, Società

Nuovo appuntamento con le giovani e brillanti menti del territorio

I segreti di hacker e cyberterrorismo svelati da Marco Ramilli

FORLI' - Hacker, cyberterrorismo, spionaggio telematico: anche nel mondo tutto bit e linguaggio binario del web, i pericoli sono dietro l'angolo.

 

A svelare i mezzi messi in campo dalle principali agenzie di sicurezza del Mondo per proteggere dati, diritti e libertà da sguardi indiscreti e azioni criminali, sarà l'informatico Marco Ramilli.

 

Ospite del secondo incontro del III ciclo degli “Aperitivi con i giovani cervelli forlivesi” venerdì 8 novembre, dalle ore 18:30 presso il Diagonal Loft Club di Forlì (v.le Salinatore, 102), il trentenne ricercatore cesenate spiegherà ruolo e “armi” dei “guardiani” del web e delle comunicazioni via telematica.

 

Un compito, ogni giorno sempre più complesso, fondamentale per gli equilibri delle società contemporanee. L’informazione è, infatti, il seme della civiltà, il motore dell’industria e primo filo per legare i popoli. Per prevenire ogni forma di rischio, tutelare i diritti e le libertà di tutti è basilare ripercorrere le azioni degli attaccanti e individuare schemi ricorrenti ed abitudini comuni.

  

Marco Ramilli, cesenate, 30 anni, laureato in Ingegneria Informatica, ha conseguito all’Università di Bologna il titolo di PhD in Computer Security. Il percorso formativo e professionale di Marco vanta importanti collaborazioni con istituti di sicurezza e università estere, che l’hanno portato a viaggiare da Bologna a Davis (California, USA) ed infine Roma, passando per il National Institute of Standard and Technology di Washington.

 

Gli “Aperitivi con i giovani cervelli” sono momenti di incontro “di forlivesi con forlivesi”, in particolare con alcuni giovani ricercatori che già si distinguono a livello nazionale ed internazionale per i loro risultati in specifici campi disciplinari, durante i quali si raccontano nella duplice dimensione professionale e privata, di cittadini del mondo e di abitanti della loro, della nostra città, Forlì.

 

La formula è quella, informale, della chiacchierata; una sorta di “intervista aperta e libera” che spazia dalle tematiche culturali a quelle politiche, sociali e filosofiche. Scienza, tecnologia, letteratura, teatro, saranno gli ambiti disciplinari principali di riferimento, ma il dibattito sarà anche l’occasione per dare la possibilità agli studenti delle scuole superiori – sempre presenti in gran numero e vero interlocutore degli Aperitivi – di ascoltare giovani come loro parlare di sé, delle sfide, dei successi, ma anche delle paure e delle difficoltà quotidiane che si incontrano nella via verso la realizzazione professionale. Un’occasione, insomma, per mostrare alle nuove generazioni un futuro non solo possibile, ma realizzato partendo proprio da Forlì.

 

Prossimo appuntamento con gli “Aperitivi” vedrà protagonista Ivanoe Privitera, filologo, venerdì 29 novembre.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.