18 ottobre 2013 - Forlì, Cultura, Eventi, Spettacoli

“Invito all’Opera”, sul palco dell’Auditorium debutta “Lohengrin” di Richard Wagner

In scena la storica traduzione italiana del 1871 rappresentata a Bologna

FORLI' – Per la prima volta a Forlì il sipario dell’Auditorium mette in scena l’opera inedita di Wagner, il “Lohengrin”, nella storica edizione in italiano del 1871.
 
Sarà infatti rappresentato domenica pomeriggio 20 ottobre alle ore 16, presso l’Auditorium Cariromagna di via Flavio Biondo, in forma semiscenica il “Lohengrin” del compositore tedesco, la cui prima rappresentazione in Italia risale al 1871 nel Teatro Comunale di Bologna.
   
L’evento rientra nell’iniziativa “Invito all’Opera”, la ormai consolidata rassegna dedicata alla lirica, e rinnova la collaborazione tra il CRAL della Cassa dei Risparmi di Forlì e l'Associazione Forlì per Giuseppe Verdi, che hanno già in passato conseguito il successo con ben 5 rappresentazioni programmate nel 2012 e il “Rigoletto” di Giuseppe Verdi, in omaggio al bicentenario della sua nascita.

Lo spettacolo, dedicato sia al Direttore d’Orchestra Angelo Mariani di Ravenna, che per primo diresse questo titolo al Teatro Comunale di Bologna, annoverandosi come il messia di Wagner in Italia, sia al soprano romagnolo Dora de Giovanni, che fu una grande Elsa nel  Lohengrin  vuole celebrare il compositore di Lipsia nel bicentenario della sua nascita.

L’opera romantica tedesca, vista come troppo distante e incomprensibile, musica d'avanguardia e proiettata verso l'avvenire in passato, pare non sia mai stata programmata a Forlì dal dopoguerra a oggi. “Invito all’Opera” vuole proprio recuperare la versione storica del 1871, ovvero la traduzione in Italiano ad opera del baritono siciliano Salvatore Marchesi, per permettere anche ai neofiti di  apprezzare e conoscere l’opera tedesca.

La rassegna Invito all’Opera vuole infatti rivolgersi a un pubblico ampio, coinvolgendo sia gli appassionati di questo genere musicale ma anche un pubblico nuovo e ai non conoscitori di questo repertorio.
Tre le voci sul palco Simone Mugnaini, tenore, Angela Alesci, soprano, Daniele Girometti, baritono a interpretare i personaggi dell’opera accompagnati al pianoforte dal pianista italo argentino Luis Baragiola. La narrazione sarà supportata da fondali utilizzati come scenografia e raccontata da Daniele Rubboli, regista e direttore artistico, che aiuterà il pubblico a ricostruire la trama a coglierne l peculiarità.

L’ingresso è libero ed aperto a tutti

 

Daria Bulgarelli

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.