11 ottobre 2013 - Forlì, Eventi, Sanità, Società

Sabato, “Un chilometro in salute” al parco urbano

Un sabato dedicato al movimento per combattere la sedentarietà e ricordare l’importanza dell'attività fisica

FORLI' - Un sabato dedicato al movimento per combattere la sedentarietà e ricordare l’importanza di praticare un’adeguata attività fisica. Anche Forlì aderisce alla MoveWeek, momento clou della campagna annuale europea NowWeMove, diretta a promuovere sport e attività motoria per migliorare l’impatto positivo nelle diverse nazioni. L’iniziativa, coordinata in Italia da UISP (Unione Italiana Sport Per tutti), con il patrocinio di ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e AUSER nazionale, offre, infatti, 115 eventi gratuiti in ogni parte del paese, mentre in Europa sono ben 1.000 le iniziative organizzate, con 32 nazioni coinvolte, e 500.000 persone pronte a partecipare, per raggiungere i 100 milioni in più di cittadini europei attivi entro il 2020.

 

Domani, al parco “Franco Agosto”,dalle 9 alle 12.30, saranno, quindi, presenti operatori qualificati della UISP, a disposizione di tutti coloro che vorranno effettuare il test previsto nell’ambito del progetto “Un chilometro in salute”, il percorso con segnaletica stabile inaugurato ufficialmente a inizio giugno, nel quadro del programma regionale “Guadagnare Salute”, che vede coinvolti Uisp di Forlì-Cesena, Comune e Azienda Usl di Forlì. Tale test ha l’obiettivo d’individuare la velocità di passo che, per ogni persona, garantisce le migliori ricadute in termini di salute; in questi mesi, sono già stati coinvolti 270 cittadini. Conoscere le proprie potenzialità di movimento, d’altronde, è importante per assicurare che l’attività fisica praticata rispetti le raccomandazioni delle linee guida internazionali. Ai partecipanti verrà regalato un simpatico gadget ricordo.

 

«La sedentarietà è una grande minaccia per la salute, e colpisce una buona parte della popolazione, in particolare le donne e le fasce disagiate – commenta ladr.ssa Romana Bacchi, Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Ausl di Forlì –. I dati del sistema di sorveglianza “Passi” del territorio mostrano, infatti, come solo un terzo degli adulti fra i 18 e i 69 anni ha uno stile di vita attivo (35%). “Find your move”, “Trova il tuo movimento”, è lo slogan dell’iniziativa di sabato, che vuole motivare i cittadini ad essere più attivi, mostrando loro come il movimento possa essere semplice ma allo stesso tempo efficace, dato che attraverso un normale gesto quotidiano, il camminare, si può contribuire a migliorare la qualità della vita. Speriamo che i forlivesi riscoprano così la bellezza del camminare, del correre, dell’incontrarsi per fare attività insieme, come momento di socialità e divertimento, sicuramente a basso costo». 

Anche l’assessore comunale Davide Drei, sottolinea l’importanza di questo progetto di educazione al movimento, che si inserisce nelle politiche di lunga visione, orientate al coinvolgimento di grandi numeri di cittadini, per agire sui fattori che concorrono all’insorgenza di malattie croniche e favorire una migliore qualità della vita.

 

Il problema della sedentarietà, purtroppo, è di vasta portata: come evidenzia lo studio europeo di Eurobarometro, il 71 % degli italiani risultano poco o per niente attivi fisicamente, mentre in Europa i due terzi della popolazione adulta over 15 non raggiunge i livelli raccomandati di attività fisica, cioè 30 minuti al giorno.

 

Per incentivare ulteriormente l’adesione alla campagna MoveWeek, è partita anche la sfida tra nazioni europee su Endomondo, web-community mondiale dedicata al movimento: scaricando la app gratuita e utilizzandola con lo smartphone, tutti coloro che effettuano attività fisica in Italia tra il 7 ed il 13 ottobre contribuiscono a bruciare calorie, aumentando il punteggio dell’“Italian official team”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.