22 agosto 2013 - Forlì, Cronaca, Società

Sara e Beatrice, domiciliari alla donna accusata di averne provocato la morte

FORLIMPOPOLI. Sarà una notizia difficile da mandare giù per le famiglie di Sara e Beatrice, le due ragazze rimaste uccise in un tragico schianto il 9 giugno scorso (vedi: http://goo.gl/NnlL9r): I. F., la donna che è risultata positiva all'alcol test e che è accusata di aver materialmente provocato l'incidente, andrà agli arresti domiciliari. È stato il tribunale del riesame a concedere questa possibilità.

È stato inoltre disposto un incidente probatorio dal pubblico ministero di Ravenna Stefano Stargiotti per stabilire se la donna fosse ubriaca prima dello schianto o successivamente, come da lei stesso sostenuto. All'accusa di avere un tasso alcolemico fuorilegge, infatti, la donna rispose fin da subito che era sobria al momento dello schianto e che si sarebbe, invece, ubriacata in un secondo momento, dopo l'incidente, assumendo diversi bicchieri di grappa. Una versione che fa a pugni col buon senso, ma che, al contempo, sta diventando difficile da contestare.

Pochi giorni dopo lo schianto, ai funerali di Sara e Beatrice partecipò l'intera cittadinanza forlimpopolese (vedi: http://goo.gl/fMYFK0 ). Una cittadinanza che oggi chiede giustizia. E che, è certo, prenderà la notizia dei domiciliari come un pugno nello stomaco.

 

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.