28 luglio 2013 - Forlì, Cultura, Politica, Società

Nasce “L'altra Forlì”, il circolo culturale del centrodestra

Leandrini (Mir): “Ci prepariamo a Forza Italia 2”

FORLÌ. Quattrocento iscritti e un solo obiettivo: parlare, discutere, incontrarsi, approfondire. Creare, insomma, momenti di dibattito a Forlì. Per comprendere quali siano le strategie migliori per uscire dalla crisi. È questo, in breve, il senso della nascita de “L'altra Forlì”, il circolo culturale nato in seno al centrodestra forlivese e che vede tra i suoi esponenti di spicco Lauro Biondi.

Intelligenze. La presenza di Biondi, repubblicano doc e ora membro del PdL locale, all'interno del circolo “L'altra Forlì”, è solo un esempio delle molteplici componenti di cui è composto il circolo, che ha la sua sede in via dei Filergiti 33.

“Lavoriamo per unire le intelligenze della nostra città” ha spiegato Biondi. All'interno del circolo, ha già preso residenza stabile Sandro Leardini dei Moderati in Rivoluzione, capeggiati dal leader Giampiero Samorì, che visitò Forlì in campagna elettorale. Samorì visitò Forlì in campagna elettorale (vedi: http://goo.gl/14rMw1).

Oltre a Leardini, Lauro Biondi si aspetta una buona partecipazione di tutto il centrodestra. E, ovviamente, dei repubblicani. Ma il circolo ospiterà anche le riunioni del M.o.f., il Movimento degli oppressi dal fisco. “E sosteniamo già” ha spiegato Biondi “la battaglia dei radicali sulle carceri”.

Forza Italia 2. Il nome del partito che dovrebbe nascere a breve, guidato come sempre dal Cavalier Silvio Berlusconi, prenderà forse il nome di 'Forza Italia 2', un nome che sa di stantio già in partenza e che, secondo Leardini, potrebbe cambiare in 'Forza Italia 2.0'. Quale che sia il nome, l'obiettivo è chiaro: ricreare quella stessa forza politica dei primi anni Novanta, libera dei fardelli che, nel frattempo, si è aggiunta. Il circolo “L'altra Forlì” mirerebbe, quindi, a diventare una sorta di esperimento in vitro, e a livello locale, di questo nuovo/vecchio soggetto politico.

“Noi proponiamo anche al centrodestra una sorta di primarie” ha spiegato Biondi “che sarebbero facilitate dal fatto che noi non abbiamo nessun Renzi da uccidere” ha chiarito ironico l'ex repubblicano.

Economia. “In città, riscontriamo una situazione economica difficilissima”, aggravata, secondo Biondi, dall'isolamento che l'Amministrazione starebbe creando intorno a Forlì: “Forlì sta diventando la Cenerentola dell'Emilia Romagna. Una città in difficoltà anche dal punto di vista della prospettiva”.

Urbanistica. Duro il commento di Biondi sul nuovo Piano Operativo Comunale (POC): “Se non individua le problematiche vere, rischia di diventare solo un momento speculativo”.

Grillismo? No grazie! “Questo circolo” ha spiegato Biondi “mira ad incrementare la partecipazione dal basso, ma senza l'impreparazione che abbiamo visto in alcuni movimenti”. Il riferimento, ovviamente, è al Movimento 5 Stelle.

Burocrazia. Il circolo vuole anche porre l'accento sul grave problema della burocrazia e del fisco. “Siamo contenti che anche il ministro Fassina si sia, a tal proposito, accorto della situazione” ha commentato Biondi, in riferimento alle parole del ministro sulla “evasione per necessità” (vedi: http://goo.gl/nmbvll ).

Prospettive. Al di là degli obiettivi dichiarati, la creazione di questo circolo culturale a meno di un anno dalle Amministrative a Forlì fa quantomeno sorgere il dubbio che esso possa costituire la cella di incubazione del prossimo candidato sindaco del centrodestra. Il riferimento alla preparazione di cui sopra potrebbe anche far trasparire l'intenzione di ricreare una scuola di formazione politica per i candidati sindaci e assessori. Un ritorno al passato, di certo comunque gradito, dato che l'improvvisazione non piace a nessuno.

 

(Michele Dori)

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.