13 luglio 2013 - Forlì, Agenda, Politica, Società

Gruppo Acis, i lavoratori incrociano le braccia

Fim, Fiom e Uilm, "Non lasceranno nulla di intentato per difendere i posti di lavoro"

SANTA SOFIA - I Sindacati uniti, ancora una volta, per tutelare i diritti dei lavoratori. Giovedì 18 luglio Fim, Fiom e Uilm i dipendenti del gruppo Acis incroceranno le braccia e manifesteranno a Santa Sofia.

“La Manifestazione ha un obiettivo preciso – spiegano con una nota i sindacati - riteniamo che l’ACIS sia un “bene pubblico” fatto di saperi, professionalità, tecnologie e posti di lavoro che sono una ricchezza per tutto il territorio e in modo particolare per la vallata del Bidente”.

 

Giovedì la manifestazione si terrà davanti allo stabilimento di Acis in via Neretti per poi trasferirsi davanti al municipio di Santa Sofia in piazza Matteotti, trasformandosi in un’assemblea pubblica nel corso della quale interverranno le sigle sindacali ed i segretari di Cgil, Cisl e Uil. All’appuntamento sono stati invitati i rappresentanti delle istituzioni, delle forze politiche e dei movimenti  della società civile del territorio.

 

“Serve un ruolo attivo delle Istituzioni locali a partire dai Comuni della Valle del Bidente e dalla Provincia, serve un intervento, anche pubblico, per evitare che i lavoratori e le lavoratrici, che hanno già alle spalle anni di sacrifici, paghino con la perdita del proprio posto di lavoro scelte e decisioni sbagliate della Dirigenza del Gruppo”, commentano Fim Fiom e Uilm che infine dichiarano: “I lavoratori e le lavoratrici, insieme a FIM FIOM UILM, non lasceranno nulla di intentato per difendere i posti di lavoro, il sapere e le professionalità”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
24WEBTV: La Cronaca in Video Le storie della città in "diretta" sullo schermo.